I sogni

“Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni”

“Immaginate come se veduti ci aveste in sogno”

“I sogni son desideri

E poi arriva la notte. Io ad esempio cado dal sonno e non vedo l’ora di tuffarmi nel letto.

Il letto si fa male? Chissà, io invece lo trovo così morbido e invitante che sono sempre sicuro che mi offra tanti bei sogni, o incubi mostruosi, dipende come gira al mio cervello.

Non abbiamo poteri, sia sul letto che nella fase onirica. Il letto infatti è solo composto da rete, materasso e coperta (in questo periodo) e nasconde un mostro nero pronto a divorare chiunque gli dia fastidio… per questo ho preso l’abitudine di lasciare dei croccantini sotto al letto, cosicché il mio mostro personale si sazi con quelli. Solo che una volta mi ha detto “Non sono un maledetto cane!”

Lo ha detto, ma ha continuato a cibarsi dei croccantini.

Ah, me ne stavo dimenticando. Altro ostacolo a un sonno tranquillo sono le zanzare. In questo periodo sappiamo tutti cosa siano, vero? Grosse, dalle zampe strane e dal solito ronzio fastidioso. Di tutti i metri quadri di cui è composta la mia camera da letto, proprio la zona vicino all’orecchio e proprio nel momento in cui mi addormento, vero? E succhiano il sangue, in modo da lasciare una puntura che causa pruriti non molto felici.

Ad ogni modo, facciamo finta che tutte queste premesse non ci siano e parliamo dei sogni in sé. Ricorrenti sono ii momenti in cui torno a scuola, quindi per favore ditemi che non sono l’unico.

Che non sono l’unico, Aven” *ba dum tss*

Oh, ok. Pazienza!

Potere ricorrente è il Volo. No, non quei tre che hanno vinto Sanremo, ma proprio il volo nel senso di volare nel blu dipinto di blu.

Infine, annovero fra i sogni quelli in cui mi alzo e mi vesto e compio la mia giornata, per poi svegliarmi e rendermi conto di essere ancora a letto! Credetemi se vi dico che è alquanto fastidioso.

E come la spieghi la teoria che i sogni sono desideri?”

Poniamo caso di stare sognando.

Cammino lungo la strada. Buia, eh, niente lampioni e non si vede nemmeno a mezzo metro. A un certo punto un Lupo mannaro mi taglia la strada. Sbava ringhiando, e il suo odore pesante mi empie le nari.

Non so che fare e sono sicuro che di lì a qualche istante mi piomberà addosso sbranando ogni centimetro di pelle che riuscirà a trovare coi suoi canini aguzzi e sporchi di carie.

Allora tiro fuori dal nulla la mia spada laser e comincio a duellare con lui, un fendente dopo l’altro e senza essermi fatto nemmeno un graffio lo disintegro con la mia sola abilità che fino a un minuto prima non avevo.

Sono questi i miei desideri? Se sì, potete anche rinchiudermi in manicomio ^^”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...