Liebster Award, di nuovo

Eccomi qui per un secondo episodio del tutto inatteso della catena “Liebster Award”.

Siccome ho una mania compulsiva di rispondere a qualsiasi domanda, che vada da “com’è il tempo fuori?” a “Ma tu che marca di gessetti di fumi?”, ecco che rispetterò di nuovo le seguenti dieci regole:

– ringraziare la persona che ti ha nominato
– rispondere alle dieci domande
– scrivere altre 10 domande
– nominare altri 10 blog
– comunicarglielo con un commento in un loro post

Comincio subito col ringraziare Angela per la nomina, è stata gentilissima e anzi ne approfitto per invitarvi a taggarmi su qualsivoglia catena, che sia intelligente o stupida, le faccio tutte!

Quindi risponderò alle sue dieci domande qui di seguito:

  1. Cosa ti ha spinto ad aprire il blog ?

Ti dirò, in verità non mi hanno spinto, sono scivolato

*ba dum tss*

Diciamo che le mie mani prudevano da giorni e, ignorando l’opinione di mia sorella secondo la quale non mi avrebbe seguito nessuno (coff coff) ho aperto questo luogo dove posso scrivere quello che voglio, quando voglio e in tutti i luoghi e in tutti i laghi (cit.)  Inoltre, ho appena scoperto che si possono programmare gli articoli, quindi nel caso gli alieni dovessero rapirmi WordPress continuerà a pubblicare articoli in mia assenza.

2. Sempre parlando di blog, leggi con curiosità e interesse anche gli articoli più lunghi, o preferisci testi brevi, che vadano dritti al punto ?

Preferisco testi brevi che vadano dritto al punto. Per leggere articoli più lunghi devo avere un tempo libero superiore ai due minuti e mezzo, ovvero il tempo che dedico a dare una scrollata veloce alle news del mio account lettore. Però vi assicuro che se metto mi piace, vuol dire che il testo l’ho letto, non fraintendiamo!

3. Ti piace l’idea della collaborazione tra blogger, o preferisci lavorare per conto tuo? E perché ?

Ho già fatto una cosa del genere su Blogspot, per qualche mese scrivevo articoli “seri” sull’attualità e il mondo che ci circonda. Poi però il progetto è naufragato e io sono rimasto solo soletto… al buio… in una valle si lacrime… *sniff*

Beh, in sostanza diciamo che se me lo si chiede, potrei anche collaborare come scrittore.

4. Recensioni su film, libri, serie tv e cd musicali riempiono il web. Quanto spesso ti affidi a questo strumento per valutare un’opera ? Quanto ti influenza nella scelta del prossimo libro/film/cofanetto/cd da visionare ?

Mi influenza parecchio! Mi faccio influenzare da qualsiasi tipo di recensione, positiva o negativa. Ad esempio, se un libro è universalmente accettato come buono, anche per me lo sarà e se è il mio genere lo leggerò. Se al contrario un libro non piace a nessuno non lo leggerò, nemmeno se è il mio genere.

5. Pubblicazione istantanea o centomila revisioni a caccia del minimo refuso ?

Pubblicazione istantanea. Sapete, mi sono auto proclamato senza nessuna base logica “figlio della commedia dell’arte” e quindi ho scelto come base il motto “buona la prima!”

Non posso farci nulla, quindi mi scuso in anticipo se trovaste refusi.

6. Quanto di te come persona lasci emergere negli articoli, o nei tuoi racconti ?

Lascio emergere il Dottor Jeckyll in me quando pubblico cose comiche, invece il Mister Hyde spunta nel caso della storia “Stay with me somehow”, ché quella è stata una storia davvero uscita dopo una fulminata di ispirazione ispirosa.Poteva essere scritta meglio, ora che ci penso, ma tant’è.

7.Book Club, o Gruppi di Lettura, anche on line. Cosa ne pensi ? Hai mai pensato di partecipare ?

Book Club? Mi vengono in mente quei salottini bassi circondati dai divani e le vecchie signore che si riempiono di té e pasticcini che chiacchierano sull’ultimo libro appena letto… probabilmente una scena del 1899, però… perché no? A patto che non venga servito il té, che non riesce a piacermi, se non è té freddo.

8. Esperienze di vita, coincidenze fatali , arte, musica, letture … Che cosa ha influenzato maggiormente il tuo modo di scrivere ?

Mi influenza la polvere accumulata e ogni tanto anche i peli di gatto. Non avete idea di come si rovina il mio nas… ah, ma non stiamo parlando di questo?

Sicuramente il mio modo di scrivere è influenzato dai libri che ho letto. Se vedo una parole che mi piace, devo riciclarla. Ad esempio, dire “tema” al posto di timore, modo in uso nel Silmarillion di Tolkien. C’è stato un periodo in cui mi sono ammalato di questa antiquata espressione.

9. Quali sono le tematiche che preferisci affrontare, e quali invece eviteresti a tutti i costi in una storia, o in un articolo?

Eviterei i temi troppo delicati. Non perché non li sappia trattare, ma ho sempre paura di dire qualcosa di sbagliato. Meglio affrontare temi leggeri e alla portata di tutti.

10. Rileggere un libro, o una saga a volte può essere entusiasmante. Altre può farti scoprire nuovi dettagli … Addirittura, ciò che ci è piaciuto in passato, potrebbe non piacerci più. Ti è mai capitato ?

Ad esempio recentemente. Durante la prima visione del Trono di Spade, avevo una simpatia per Stannis. Adesso sono un Targaryen convinto.

Bene! Adesso Dieci domande le devo mettere io:

  1. Vi siete mai chiesti se in realtà il mondo in cui viviamo è solo un romanzo scritto da qualcun altro?
  2. Quando scrivete un romanzo, prediligete il passato o il presente?
  3. In accordo alla seconda domanda, preferite la prima persona, la seconda o la terza?
  4. Come mai avete scelto WordPress come blog?
  5. Vi capita mai di fare una reaction ai vostri vecchi articoli/storie? Come l’avete presa?
  6. Avete mai pensato di riscrivere come fanno certe band con i loro vecchi album le vostre vecchie cose?
  7. Nelle vostre storie è mai comparsa una mummia mutante?
  8. Scrivereste mai a quattro o più mani? E se no, vi impiantereste due mani in più per scrivere?
  9. Quando una storia che state scrivendo non riesce a prendervi, la cancellate o aspettate un momento più propizio per riscriverla?
  10. Perché certe volte il computer decide di spegnersi da solo mentre si scrive? E perché dimentico sempre di salvare prima che succede?

Nomino… TE! Come sempre, nomino chiunque passi a leggere, sperando che rispondano 😀

E questo è quanto, spero che le mie risposte siano state stimolanti e che le mie domande non siano troppo strane…

4 pensieri su “Liebster Award, di nuovo

  1. 1)Eccome se me lo chiedo!Anche se pensarci mi manda nel panico perché l’ultima persona che mi ha messo dentro un romanzo ha cercato in qualche modo di farmi fuori xD tipo Misery non deve morire di S.King (romanzo horror,di cui conosco solo titolo e trama e oltre non vado).
    Preferisco disegnare lieti fini 🙂
    2)Il passato…di pomodoro e di verdure xD
    3)Decisamente terza…sono una cosmopolita;
    4)Me l’hanno appioppato,non batterà mai Windows Live space…quello era il re dei Blog..ma pur di non perdere le mie memorie mi tengo sta pressa…
    5)Reaction? sarebbe rileggere e commentare i vecchi articoli?Lo faccio spesso e mi viene tanta nostalgia,ma mi piace riprendere il filo della mia storia,rivedere la persona che sono stata,quasi come guardare una foto in bianco e nero,o una polaroid..sì credo che i miei articoli siano più delle belle polaroid.;
    6)Raramente…devo avere delle motivazioni ben precise per fare dei revival di quello che scrivo..in genere non sono ripetitiva…anche se ho capito che le cose non si possono dire una volta sola come piacerebbe a me xD
    7)più che mummie fantasmi interiori,poi in genere compaio sempre io con la mia lolleria,specie quando vado a zonzo pazza e sola xD(forse ricorderai un certo album di foto al disney store ahahah)
    8)Sono per l’armonia e l’organicità.. se scrivo con altre persone ci tengo a distinguere le mie cose…riconosco al volo stili diversi.. Poi siccome vorrei anche dimagrire,non mi pianterei altre mani per una questione di pesofroma.
    9) Se non mi prende non è una storia che vale molto..tengo l’idea ma cerco di riscriverla completamente sul prossimo treno dell’ispirazione.
    10)Forse hai il pc vecchio o attuppato,fagli fare una scansione e controlla bene il sistema di ventilazione. Un classico. Quando ti verrà lo scatazzo forte comincerai a salvare ogni due minuti…io lo faccio in maniera ossessiva perché ho paura di non ricordare ciò che scrivo..lo riscriverei in maniera sempre diversa.
    Mi sono divertita a rispondere,non sei l’unico malato di domande,aiutano a guardarsi dentro e riscoprirsi nei momenti di smemoranditudine xD grazieeeeee 😀 *.*

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...