L’eleganza del ventilatore

Questa poesia la dedico al ventilatore. Non so cosa abbia scritto, ma l’importante è che faccia rima!

Vai a destra e a sinistra come fossi un girasole.

Ci rinfreschi dalla calura del sole.

Il tuo movimento lento è così ipnotico

che non m’importa nemmeno del tuo acustico.

Tre velocità, un’emozione:

Oh, mi protrerrei in adulazione!

E anche se tu non riesci a sentire,

Di girare non vorresti mai finire.

Chissà le tue pale che giramento di testa:

ma alla fine si fa festa

assieme a te, contro il caldo

sono il tuo araldo

Per dire quanto sei felice di girare

e noi di te ammirare.

Insomma, l’estate è più fresca

con la tua spina che si innesca!

Annunci

3 thoughts on “L’eleganza del ventilatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...