Tutorial: come dormire

Il sonno è forse la parte migliore della giornata. Anzi, senza forse, e mi stupisco che non ne abbia parlato prima!

In ogni caso, ecco come si dorme. Certuni dormono male, altri invece preferiscono le ore di veglia, insomma ci vuole Aven che arriva e dice la sua chiudendo la questione.

Mi esprimo in codesto modo: viva chi dorme! perché chi dorme non piglia pesci ma fa tanti bei sogni, e sappiamo che sognare è una componente importante dell’essere umano.

Ad ogni modo, senza trascendere nella filosofia che mi importa poco, sto per divulgare la maniera corretta di dormire, quindi secondo me non arriverete a leggere il fondo di questo articolo.

Per prima cosa e per una corretta postura, servirà sdraiarsi su un materasso, meglio se morbido. Alcuni preferiscono i materassi duri, ma la parte importante è che non si dorma né a terra né in superfici spiegazzate, ché poi vengono le linee sulla pelle che poi sembra che ci siamo tatuati da qualche indiano ubriaco.

Dopodiché, andrebbe preso un cuscino. Si può usare uno zaino come cuscino? Sì, ma gli zaini non hanno questo compito nella vita. È come se uno prendesse la caffettiera e non ci mettesse il caffè dentro. Insomma, gli zaini servono per portare comodamente senza addurre domande le parti del corpo che avete sminuzzato dopo il solito omicidio quotidian…

Aspettate, riprendo il discorso che ho sviato. Scusate!

Adesso, dopo aver pre un materasso e un cuscino e possibilmente dopo averli coperti con le lenzuola che più vi aggradano (consiglio le lenzuola di Dragon Ball) basta distendersi mettendo la testa sul cuscino e chiudere gli occhi. L’effetto è immediato, o quasi! Ma vediamo un po’ le FAQ al riguardo:

“Dopo aver chiuso gli occhi, non riesco comunque a dormire”

Beh, bisogna aspettare un periodo più o meno lungo. Davanti, avete tutta la notte!

 “Volevo metterci i piedi sul cuscino piuttosto che la testa”

Non è usuale, ma perché no? Però poi non ci si lamenti se il cuscino puzza.

“Ho accidentalmente fatto cadere il braccio oltre il materasso e il mostro sotto il letto me lo ha azzannato”

Probabilmente aveva fame. Consiglio un bell’automail al posto del braccio, rivolgersi a Winry.

E questo è quanto riguarda il riposo notturno, ma vale anche per le pennichelle. Ma che ci faccio ancora qui? Tanto ormai state riposando tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...