Su di me: San Francesco

GENTE! È L’ARTICOLO NUMERO 100! CORPO DI CENTO BALENE! 

—-

Sì, ma San Francesco chi?

Ne esistono tre:

  1. San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia.
  2. San Francesco di Paola, fondatore dell’Ordine dei minimi.
  3. San Francesco di Sales, vescovo cattolico francese.

Ma l’opzione che scelgo sicuramente è la numero 1, perché se c’è un santo non Apostolo al quale mi riferisco, è sicuramente lui, l’uomo ritratto qui di seguito:

San_francesco_con_colombe

E poi, visto che questo articolo esce il 4 ottobre, per esclusione non possono essere gli altri due LOL

Insomma, il mio incontro con san Francesco è del tutto singolare e meritevole di menzione.

Ero lì, per i fatti miei… beh, allora, tutto come al solito, però a un certo punto mia cugina, una donna piuttosto… sui generis, mi chiama.

“Pronto?”

“Uèèèèèè cucì! Io sto andando alla Gifra, vuoi venire anche tu?” 

(cucì è un abbreviazione di “cugino”, traduzione simultanea offerta dalla Aven production)

Ecco, quel giorno non sapevo nulla della Gifra, non mi diceva proprio niente per definizione, non sapevo nemmeno se fosse un bar oppure una congrega per amanti dell’urlo. (mia cugina urla)

E invece la realtà è molto più complessa.

Il termine “Gi. Fra.” è una sigla per abbreviare “Gioventù Francescana”, e sta di fatto che in questo gruppo entrano i ragazzi dai 18 ai 30 anni, divisi in comunità locali, poi in comunità regionali e infine in comunità nazionali e internazionali. Quindi non esiste solo a Palermo, ma è un prodotto sano e vivente in molte delle città italiane! Da Ottobre a Giugno, però. E solo una volta a settimana.

“Quindi ti devi fare frate? Eh?”

Silenzio.

Quindi, cosa si fa in termini pratici in Gifra? Beh, si ascolta il Vangelo, si cazzeggia, ci si riunisce in preghiera, si cazzeggia e insomma, ci si impegna con la Promessa a vivere “La Chiesa come madre, il Vangelo come guida, l’Eucarestia come centro e i poveri e gli ultimi come fratelli”.

Insomma proprio come voleva San Francesco di cui sopra. Inoltre, la Gifra è legatissima all’ordine dei Frati Cappuccini, proprio perché siamo della stessa famiglia, un po’ come se noi fossimo la versione “laica” e mondana.

Ah! L’ho detto che si cazzeggia, anche? essendo “gggggggiovani” c’è anche lo spazio ricreativo, che avviene circa una volta l’anno (a volte anche meno di una volta) e si mangia la pizza insieme e ci si ubriaca con la Coca-Cola. Davvero.

E quindi, dopo tre anni di frequentazione, adesso so bene cosa vuol dire e a Novembre mi accingerò a rinnovare la mia seconda promessa, confermando il mio cammino, ciò in cui credo e ciò a cui voglio ispirarmi.

E poi, io che sono comico, non posso che ispirarmi al “Giullare di Dio”, non credete?

Annunci

3 pensieri su “Su di me: San Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...