Le avventure della grammatica/21

Natale

La gola delle parentesi graffe

Buongiorno, sono una parentesi quadra.

“Ehi, visto come sono snella? Tu invece perché non fai palestra?” chiedo scherzosa alla mia aprente, la parentesi Tonda.

“Ah, smettila! Los ai che amo mangiare poco! Tu perché devi sempre dimagrire invece?”

“Perché così posso stare attenta ai numeri e fare le migliori espressioni! Guarda come sono atletica! Hop, hop, hop!” e comincia a trottare sul posto.

“Bah” la parentesi Tonda, che comunque ha una vita sociale molto più attiva della Quadra, torna a sedersi sulla poltrona a mangiare patatine.

“Anche s comunque qualche pausa me la posso concedere…” ci ripensa la Quadra. Dopotutto, le patatine sono la sua debolezza.

Ne prende un pacchetto dall’armadio della dispensa e comincia a mangiare.

Dopo aver finito il pacco, se ne lamenta “Uffa! Dicono che ci siano dentro le patatine, ma l’ottanta perce3nto è aria! Mi è rimasto un languore!”

E allora va a cucinare pasta con le sarde, con contorno di fritto misto di mare, per secondo una bella cotoletta alla milanese con le patatine e la salsa rosa, e tre dessert, composta da Torta Fenicia, Setteveli e Cassata.

Arrivata a fine pasto, la Quadra non è più tanto quadra.

La Tonda, non vedendola ritornare in soggiorno, si preoccupa e va in cucina.

Non può credere ai suoi occhi! Un disastro sul tavolo, pareva avessero mangiato dodici persone.

“E meno male che volevi stare in linea!” esclama la Tonda esterrefatta.

“BUUUUUURP! Era tutto squisito” risponde la Quadra, sdraiata sulla sedia in fase di cedimento. Ormai è diventata una Parentesi Graffa.

“Mamma mia…” la Tonda non può credere ai propri occhi. Purtroppo è sempre così: quando la Quadra mangia, poi non la smette più e diventa una Graffa.

“E adesso cosa hai intenzione di fare?” chiede la Tonda.

“Alzarmi da questa sedia. Sai, le Graffe hanno bisogno di movimento. Non hai notato quanto siamo sinuose quando appariamo se qualcuno ci scrive? Esatto, siamo sinuose perché ci muoviamo come il pupazzo che si muove davanti gli autosaloni”

“Ah. Capisco. Anzi, no. Me ne vado, chiedono di me” afferma la Tonda, che se ne va a rappresentare se stessa nel foglio.

E nel frattempo la Graffa continua a ruttare. Da sola, nella stanza.

Burp.

Annunci

2 pensieri su “Le avventure della grammatica/21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...