Intervista al Monte Grifone.

10856813_825199470881075_4587053082758060122_o

Il monte Grifone. Lasciate perdere i messaggi subliminali pubblicitari in basso a sinistra

Sta di fatto che il Monte Grifone, collina alta 832 metri, si trova di fronte casa mia e quindi mi sembra corretto intervistarlo.

Buongiorno, Monte. Quando una collina smette di esserlo per fare la montagna?

Salve a te, Aven. Beh, direi che esiste una carriera, come in tutte le cose. Da collina puoi essere montagna, o viceversa. Certo, non potrai mai diventare un fenicottero rosa, ma bisogna accontentarsi nella vita.

Perché ti chiami Monte Grifone? 

Perché vedendomi frontalmente ricordo l’apertura alare di questo animale mitologico. Alcuni dicono che prima esistevano davvero i Grifoni, ebbene non credetegli. Il fatto è che c’era questo Grifone che stava per minacciare Palermo, solo che uno stregone arabo lo ha tramutato in pietra e da allora il Grifone è rimasto immobile mentre stava per planare.

Interessante aneddoto, lo trovo più realistico del monte che voleva diventare un fenicottero rosa. Un’altra domanda: preferisci la salsa “sulle” patatine o “accanto”?

Ma sono domande da fare a una montagna???

Questo vuol dire che non hai mai messo salse sulle patatine?

*agitato* Ma cosa stai dicendo? Certo che le ho messe! Ehm… ehm… e adesso te lo dimostro! Perché altrimenti io non potrei conoscere le salse da mettere sulle patatine, quando è OVVIO che io le conosca!

Ebbene, quali sono le salse da mettere sulle patatine?

Guarda, non parliamone più, che è meglio.

Va beh, come vuoi. Allora sapresti dirmi se è possibile che le montagne abbiano il raffreddore?

Mh. Domanda interessante. Mi ricorda di quella volta in cui chiamai “Ehi, Monte Cuccio!” e lui “WAT” e io dissi “Hai presente la carta giallognola che ti ho prestato? Beh, non era carta, era un fazzoletto pieno di muco che mi hanno buttato a terra dei turisti incauti!” e lui prese a urlare cose tipo “UR MOTHERFUCKER” e simili”

Ma poi il raffreddore lo ha preso?

E che ne so, non vivo certo con lui!

Come potete vedere, le montagne sono molto suscettibile, si arrampicano sugli specchi e non è facile farsi rivelare da loro le sacrosante verità che tutti si aspettano. Vedremo se nella prossima intervista qualcheduno saprà dirmi il risultato di uno più uno…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...