L’amore in automobile.

Immagine

Ecco come si muove l’amore. Ma non era una Smart?

Questo tema è ispirato alla canzone di Venditti “amici mai

Avete presente l’ora di punta? Ebbene, è UN’ORA che giro questo isolato per trovare un cavolo di parcheggio! E basta! Non se ne può più!

E dire che ho anche una Smart, quindi dovrebbe essermi facilitata la cosa! E invece, niente!

Mi stanno aspettando per un appuntamento importante: Valeriano e Adalberta sono al parco a fare una passeggiata, e se io non sono presente come faccio a scoccare in loro la freccia?

E dai, sono fatti per stare insieme (SORPASSO DA DESTRA, TI SENTI INTELLIGENTE?): si sono conosciuti per la prima volta sei mesi fa per la fiera del Numero, ovvero tutte le statistiche più bizzarre tenutasi in città per un giorno solo.

Sta di fatto che ad un certo punto Valeriano punta Adalberta, intenta a guardare come il Numero Otto abbia partecipato anche nel ruolo di Infinito nel film “Noi siamo infinito”, che appunto parla di un’allegra congrega di Otto che vanno a dormire tutti assieme.

Al che Valeriano le fa “Lo sa che il Numero otto compare 1322 volte nel libro La rivolta dei Tostapane?  E che allo stesso tempo sommando le cifre di 1322 dà otto?”

Adalberta però nota un grosso foruncolo sul naso di Valeriano e storce la bocca, per poi rispondere “Non me ne può fregare di meno. Sono venuta qua perché danno il buffet gratis”

Adalberta è una che mangia la spesa.

“Che coincidenza, anche io! Vediamo se offrono anche le bruschette di Triceratopo!”

E così, volente o nolente, i due si sono frequentati: sono andati al mare, in montagna e al lago, hanno passato le ultime feste natalizie insieme guardando un ottimo film qual è “Oh no! Hanno Piratato il Film sbagliato!“, che è la storia di uno che compra un film pirata ma poi trova all’interno della custodia un altro film. Da qui un sacco di gag tragicomiche fino al finale aperto.

E adesso finalmente è il momento del parco. Secondo i miei calcoli, Valeriano avrebbe l’intenzione di dichiarare il suo amore proprio oggi!

Ma il problema è che non posso parcheggiare! Potrebbe succedere un disastro!

Devo fare un giro lunghissimo, altrimenti sarà la fine per i due! Potrebbe anche andare a finire che Adalberta si accorgerà che Valeriano è un tipo noiosissimo, oppure lui noterà che Adalberta sia piatta come una sogliola!

E va bene! Parcheggerò qui!

“Mi scusi lei, ha parcheggiato sulle strisce e davanti a un divieto di sosta”

Embé? In amore non ci sono regole!

“Ma nel codice della strada sì! Patente ritirata e 800 sesterzi di multa”

Perbacco!

Ma perlomeno ho risolto. Adesso vado al parco che dista cinque chilometri e…

Oh no! Valeriano ha appena ricevuto la classica frase “Ti vedo come un amico” e adesso sta sfogliando le margherite!

L’amore fa giri immensi, dice quello.

Già.

Ma non  è colpa mia! Perché dovete dichiararvi durante l’ora di punta?

2 pensieri su “L’amore in automobile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...