Le avventure della grammatica/31

La sillessi è uguale per tutti

Nel foglio bianco può capitare che qualcuno estragga un mitra e ammazzi la grammatica, come abbiamo visto. Ma se allo stesso tempo venisse qualcuno che effettivamente ha il potere di rendere plurali le cose?

“Buongiorno”

E chi accoglie il nuovo arrivato nel foglio bianco? Ovviamente la Virgola, protagonista volontaria ed egocentrica. O forse non voleva neanche alzarsi dal letto, ma ad ogni modo una virgola ci sta sempre.

“Buongiorno. In cosa possiamo esserti utile?”

La Sillessi è stupita da quest’accoglienza. Aveva anche indossato il giubbotto antiproiettili, tuttavia si schiarisce la voce e dice “No, volevo solo trasformare in plurale alcune cose”

“Prego”

Ed ecco che comincia a ridere come una pazza “AHAHAHAHAAHHA! E adesso… adesso vedrete di cosa sono capace di fare!”

Crea un incantesimo che nessuno (nemmeno lei) ha mai visto e nel testo molti termini hanno una crisi isterica e diventano molteplici:

“Un sacco di soldati”… la parola soldati ha avuto una crisi isterica che l’ha portata a sparare raffiche di proietti lidi carta bavosi dalla bocca.

“Un pacco di caramelle” la parola caramelle si scioglie di zucchero e impiastriccia le dita di chi tocca il foglio.

“Un gruppo di principesse” la parola principesse si veste con la gonna a lampadario e in rosa shocking e diventa proprio una figlia del re.

E così via. Sconvolgente, e il foglio è sia impiastricciato, sia bavoso e sia brillanti nato come una delle peggiori principesse.

“Eheheheheh” soddisfatto del suo lavoro, la Sillessi va via mettendosi un mantello lungo sulle spalle; sennonché la Virgola, che per sua natura è molto dispettosa, poggia innocentemente un piedi sul lembo del mantello e appena in tempo la fa inciampare facendola sbattere la faccia sul foglio. Certo, un foglio non è granché dolorante, ma è un momento che fa sempre scena.

“Ecco, così impari a darci fastidio. Chi vuoi che scriva in questo foglio ora puzzolente? Eh?”

Ma la Sillessi scuote la testa ed estrae una spada “Lo sapevo che andava a finire così! In guardia!”

La virgola si trasforma in spada e, impugnata dal punto esclamativo (che è proprio dritto e fiero) comincia a duellare con la Sillessi. E duella che ti duella, improvvisamente la Sillessi sparisce volteggiando dentro il suo mantello, ché se non aveva prima lo ha adesso.

“Eh? Dov’è finita?” si chiede il Punto Interrogativo, esperto in domande.

“Sarà stata rapita dagli alieni” suppone la Virgola, amareggiata per il fatto che stava anche vincendo il duello.

“Da un esercito di alieni” una voce empie l’aere. La Sillessi vaga per il foglio pluralizzando e nessuno fa niente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...