La avventure della gomma.

NB: questo articolo nasce per associazione di idee. Festa della donna -> festa della gonna -> festa della gomma -> le avventure della gomma.

Detto questo, buona lettura.

238041A1

Nel caso non vi piaccia questo articolo, ecco una gomma per cancellarlo! Mamma mia, quante sniffate appena comprata!

Salve, sono una gomma. Forse mi conoscete perché mi avete avuto sotto mani per tanti anni a scuola, o forse mi avete fra le mani ancora nel qual caso foste disegnatori; ed oggi voglio raccontare le mie avventure.

Oh no, niente cose strappalacrime come quando mi consumo o divento vecchia e non più odorante. No.

Voglio denunciare quella dannata della matita!

Ma sì, la vedete? Quella che ha la tresca con temperino e poi ne approfitta per sbagliare tratto sempre e in continuazione!

“Ops, ho sbagliato tratto! Gomma, gommuccia? Che per favore puoi cancellare il tratto sbagliato? Graaazie!”

Posso capire una, due volte, ma non sempre! Per non parlare poi quando si mette a dire “N o, questo disegno non mi piace più, meglio cancellare tutto”!

Ma allora perché disegnare? Ah, queste matite proprio non le capisco!

“Oggi disegnerò una mimosa” dice la Matita. Vediamo come deve venire fuori!

“Pensi anche di colorarla?” chiedo.

“Sì, ma non è un problema che ti riguarda” risponde piccata la Matita. Si poggia sul foglio e comincia a volteggiare come se fossero pattini sul ghiaccio, e capita che faccia anche una piroetta!

“Gomma! Guarda come disegno le foglioline! Eh? E guarda come disegno i ram,etti! Eh? E guarda come…”

“Guarda come mi toccherà cancellare tutto!” concludo io seccato con una nota di sarcasmo.

“Esagerato… però, guarda! Ho fatto una sproporzione!”

“Aspetta un attimo matita, mi chiamano da un altro foglio” dico, e appunto vedo che c’è qualcosa di scarabocchiato su un foglio scritto a penna.

Un momento… ma che succede?

MI SI STA LECCANDO LA PARTE BLU!

Una grossa lingua rosa piena di.. bava, credo, mi si avvicina disgustosa. Si muove.

“Mmmmm… vieni qua cucciolina”

AAAAH! MI LECCA DAVVERO!

Poi giungo sul foglio e cancello l’inchiostro. Che stregoneria è questa?

“Sì però mi hai strappato tutto, maledizione!”  si lamenta il foglio, ma personalmente non credo che abbia nulla da lamentarsi. Insomma, è un depositario di conoscenza, no?

“A meno che non mi si scriva addosso SCIEMO KI LEGGE IHIHIHIH XD”

Giusto.

“Yu-uuuh! Gommuccia? Ho finito la mimosa! Che te ne pare?”

La mimosa non è venuta un gran che. A parte che come soggetto… sì, è gialla ed è una pianta, ma certamente non è un robot lancia missili contro le mummie mutanti, ecco.

“Mah, insomma”

“INSOMMA? COME SAREBBE A DIRE INSOMMA? ADESSO CANCELLI TUTTO!”

Oh, no!

Annunci

2 thoughts on “La avventure della gomma.

  1. Ti sei dimenticato di quando le gomme, con il passare del tempo, diventano misteriosamente grigio-nere e appena le usi ti sporcano il foglio! Per me è un vero e proprio mistero, perché pare che basti guardarle per fare questo effetto o.o

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...