Tutorial: far andare la gatta al lardo.

tanto-va-la-gatta-al-lardo

Attenzione agli UFO quando la gatta minaccia i salami.

“Aven chi mi dice che quella in foto è una gatta e non una zampa finta?”

Io lo dico, e almeno in questo spazio ciò che dico deve essere ascoltato.

Pertanto, chiameremo la nostra gatta Abarcefala e la convinceremo ad andare nella massa di lardo che compone la mia pancia.

Non si direbbe, ma sono sovrappeso. Non di molto, ma sufficiente comunque a farmi candidare come cavia per questo esperimento.

“C’era una volta una gatta che aveva una macchia nera sul muso…”

Vero. Puoi scommetterci che c’era, ma non è il caso di Abarcefala, la quale è marrone senza macchie alcune.

Abarcefala è nota alle cronache felidi per aver combattuto contro il Gomitolo di Lana gigante, quello che intrappola le sue vittime dopo averle catturate con la lenza. Lei, però, dopo essere stata catturata ha distrutto il Gomitolo gigante dall’interno e ha salvato decine di altri gatti, fra cui la cugina malvagia Susanna.

E adesso, dopo avere avuto una fugace relazione con la puntina rossa dei laser, vogliamo usarla per mettere la sua zampa nella Lardo Hall of Fame.

“Abar? Vieni qui, ora!”

Abarcefala però non risponde. Se vi state chiedendo il motivo di questo nome così inusuale, è perché… non so, mi piaceva.

“Abar? Allora! Muoviti che la pietanza si fredda!”

La pietanza in questione è la nota Carne in Scatola, che consiste in della carne messa in una scatola di latta, che sembra tonno ed è facile confondersi.

Finalmente la gatta si avvicina. Allora io la acchiap…

AAAH! MI HA GRAFFIATO!

I graffi da micio sono una vera piaga. Voglio dire, sono ferite e se le ferite sono piaghe…

*ba dum tss*

no eh?

In ogni caso, non mi spaventerò e posizionerò Abarcefala con tutte e quattro le zampe sull’ammasso di lardo, in modo da avere il suo stampino nella Hall Of Fame, a memoria imperitura di ciò che ha fatto contro quel gomitolo gigante!

“Complimenti Abarcefala! Ma, mi dica, come mai non ha ricevuto gli Oscar?”

“Beh, perché non mi hanno offerto la carne in scatola!”

Il ragionamento non fa una piega.

Annunci

2 thoughts on “Tutorial: far andare la gatta al lardo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...