Tema: la Pasquetta.

Per comprendere bene questo articolo, dovreste ascoltare questa canzone: non ha importanza se non venite da Palermo e quindi non capite un accidente di quello che si dice nel testo, ascoltatela comunque (tanto poi è ciò che facciamo quando ascoltiamo le canzoni in inglese… ehm)

Immagine

Ecco la scena tipica di una scampagnata: un albero, il prato e l Puntatore che cerca di cucinare la carne arrostita, il tutto mentre un Mouse bianco attende impaziente di divorare ciò che il Puntatore ha preparato condendo il tutto con alcune erbe saporite.

Il Lunedì dell’Angelo condivide lo stesso disagio del Santo Stefano natalizio: questo giorno viene interpretato come una “Pasqua 2”, più che chiamarlo col proprio nome.

E noi ci adatteremo a questa interpretazione raccontando una tipica giornata da Pasquetta.

Intanto c’è da alzarsi molto presto, dopo aver organizzato per settimane questo evento. Fra gente che quel giorno “non può”, altri che disdicono all’ultimo minuto e altri che non hanno portato il proprio contributo per la spesa in modo da fare panza e presenza, ad ogni modo si parte.

Partenza per dove, direte voi? Ebbene, avete presente il luogo più improbabile, sperduto e inaccessibile che vi possa venire in mente? proprio quello! Il che comporta una levataccia mattiniera per raggiungerlo.

La scusa che si avanza per aver scelto il luogo X al solito Parco della favorita, è il sempreverde

Eh ma al parco della Favorita ci vanno tutti”

Così, via verso l’ignoto!

Dopo dunque essersi conto che come te hanno avuto la stessa fortunata idea altre centinaia di persone e allo stesso tempo la Favorita è comunque pena, ti penti di aver organizzato la scampagnata.

Traffico a perdita d’occhio e il radiatore talmente caldo che, quasi quasi, la carne la abbrustolisco sul cofano.

Ma non si demorde e si arriva a destinazione. Lì, fra una partita a “Schiaccia sette” (una sorta di passaggi di pallavolo dove al settimo tocco si deve tirare il pallone il più forte possibile per eliminare l’avversario prescelto) e una di briscola, si dà fondo a tutta la considerevole riserva di carne.

E poi si esplode, direste voi.

Macché! C’è sempre tempo per una colombina!

E poi, come dice la canzone?

“la dignità l’abbiamo impegnata a Monte di Pietà”

Laddove Monte di pietà è il posto palermitano dove si impegnano le cose. Insomma il nostro “banco dei pegni”.

Per poi al ritorno recuperarla e perderla di nuovo alla prossima scampagnata del 25 aprile!

 

Pubblicità

2 pensieri su “Tema: la Pasquetta.

  1. Non so se davvero qualcuno non abbia apprezzato il tuo progetto per il blog per festeggiare la settimana che, per te, culmina con il giorno più importante dell’anno, ma io l’ho fatto. Non è sicuramente il solito pezzo nonsense, ma è comunque una (grossa) parte di te e quindi è giusto che abbia trovato spazio. Inoltre, vista la grande ignoranza che c’è in giro, un ripasso non fa male a nessuno. A volte ci si dimentica che esiste anche “l’opinione degli altri” e che è valida tanto quanto la nostra.
    Vivi

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...