Le avventure della grammatica/35

Elisione e troncamento

Capitano  quelle giornate in cui il foglio è diviso in due, o per fare un tema e lasciare metà carta bianca per le correzioni, oppure anche solo per fare una tabella.

Invece, oggi, semplicemente l’Elisione e il Troncamento hanno deciso di litigare.

“L’alba” è un’elisione, e in quanto alba decide di litigare contro il troncamento, che invece è rappresentato da “mar Tirreno”.

Ma partiamo dall’inizio. La frase era stata scritta, in un modo o nell’altro, in questo modo: “Che bello, l’alba del mar Tirreno è fantastica!”

A questo punto, è chiaro al lettore che il contesto descritto è l’inizio giornata, pertanto il Punto Esclamativo si sente in dovere di essere assonnato, e quando il Punto Esclamativo è assonnato, è irascibile e il suo quoziente intellettivo non supera quello di un… foglio di carta vuoto, ecco.

“È vero, sapete? Una volta mi ha chiesto come si fa il caffè! Incredibile” ha dichiarato il Punto Interrogativo, in un’intervista a parte.

“Ehi, voi! Ma la sapete la differenza fra Elisione e Troncamento?” chiede il Punto Esclamativo, al quale non spetterebbe fare domande, meno che mai domande di quel genere.

Ecco che l’Elisione dunque si agita, affermando subito “Io sono migliore… mi servo anche dell’Apostrofo!”

“Non sono d’accordo” ribatte subito il troncamento. “Sappiamo tutti quanti che l’Apostrofo è solo una Virgola che ha tendenze megalomani!”

“EEEHI!” esclama indignato l’Apostrofo, che in effetti ha molti scheletri nell’armadio. Lui sa quali.

“Ahahahah, non sei spiritoso.” afferma l’Elisione, non davvero divertita. “Che ne dici se ce la disputassimo in separata sede?”

Invece, la disputa per un motivo o per un altro si sta svolgendo sul foglio stesso, dove ormai la frase è troppo spezzettata per essere riconosciuta.

“Che bello, l’alba” a sinistra; “del Mar Tirreno è fantastica” a destra, e al centro il Punto esclamativo che funge da arbitro, col suo completo nero. Certo, anche tutti gli altri sono vestiti di nero, che fa molto elegante, ma non hanno il patentino di arbitro, come invece ce l’ha il punto Esclamativo.

Al che, L’esclamativo alza dunque una bandiera ed esclama: “Numero… SETTE!”

La seconda L di BELLO e la T di Tirreno corrono e si sfidano faccia a faccia per rubare la bandiera ancora in mano all’arbitro. La L si contorce per distrarre la T, e la T invece spacca tutto come se fosse un’accetta. E non è detto che non lo sia.

A un certo punto, i due contendenti si voltano e vedono l’Elisione e il troncamento prendere un tranquillissimo tè dentro il foglio, il che rende dunque la disputa senza senso, come in effetti lo è sempre stata.

“Ma è mai possibile che non finisca mai bene un’avventura?” chiede l’Esclamativo, diventando un Interrogativo senza motivo.

Un pensiero su “Le avventure della grammatica/35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...