I cinque sensi: l’udito.

Immagine

Un tizio dai capelli afro deve comunicare una verità impressionante a un tizio monociglio vestito con un abito improbabile dalle maniche troppo lunghe. Come potete vedere, gli alieni non sanno farsi i fatti propri e decidono di ascoltare anche loro.

L’udito è forse uno dei cinque sensi più importanti degli umani.

Dico “forse” perché quando si ascolta ma non si “sente” allora è grave.

Ad esempio l’udito è importante per ascoltare la seguente notizia:

“Allora ragazzi ci vediamo domenica prossima alle 3 alla stazione, mi raccomando puntuali. Non cagate il cazzo come vostro solito, ché alle 3 e mezza lo so che ancora non viene nessuno!”

Senza che ci fosse l’udito, noi sentiremmo questo stesso messaggio in questo modo:

“Allora, i razzi devono partire per la vendemmia, ma siccome c’è freddo useremo il termosifone. Mi raccomando venite alle quattro tanto non vi dirò nulla”

Quindi rischiamo seriamente di fare figure da sciocchi, inoltre anche la figura di qualcuno che ha recepito male un messaggio cavandone una frase senza senso.

Inoltre, un altro uso dell’udito potrebbe essere quello di origliare dietro una porta. In quel caso, occorrono orecchie ben pulite e la massima concentrazione.

Certo, se poi doveste sentire il vostro capo che se la fa con la segretaria sentireste solo mugolii e allora lì l’udito c’entra poco.

Insomma, ciò che voglio dir è che l’udito è importante. L’orecchio è importante, usiamolo, non  è soltanto un reggi/occhiali.

Come dice la grande filosofa, d’altra parte:

“Resta in ascolto che c’è un messaggio per te”

La cantante che ha fatto vedere la patata là fuori

Ecco, vedete? Resta in ascolto, perché l’informazione potrebbe arrivare da un momento all’altro: che sia il numero di telefono della ragazza che ti piace, il modo per trovare il Sacro Graal oppure semplicemente cos’ha che non va la tua stupida macchina, dobbiamo attivare le orecchie.

E sapete come si dice, in quel di Palermo, quando qualcuno non capisce qualcosa al volo? È una frase molto elegante, ordinata e degna dei saloncini da tè del 1894.

” MINCHIA MA STUPPATILLI L’ARICCHI A MATINAAAAAA!!!”

Il che fuori dal regno borbonico potrebbe sembrare un inno di guerra del Borneo, ma vi assicuro che è traducibile: “Ti consiglio una corretta igiene delle tue cavità uditive, una volta alzati di mattina

Infine, chiudo con un’altra citazione, fatta da qualcuno più grande di me:

“Chi ha orecchie per intendere, intenda”

Tutti gli altri, in camper.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...