Testimonianze: il pollice.

Immagine

Una cosa che vi starete chiedendo su di me, immagino, è come mai mi trovo un po’ distante dalle altre quattro dita.

La spiegazione è molto semplice e affonda le sue radici all’inizio dei tempi, in cui tutte noi cinque dita andavamo d’amore e d’accordo.

Sta di fatto che un giorno, proprio oggi 4 maggio, stavamo disputandoci il titolo di “Indicatore”: chi fra noi dita avrebbe dovuto indicare da quel giorno in poi le cose?

Ricordo che inizialmente volevamo farlo fare al Mignolo, poi però il Mignolo disse “No, io no: non sono abbastanza lungo per poter essere visto. Se ad esempio s dovesse dire Ehi guarda quel ristorante e o lo indicassi, nessuno vedrebbe dove io stia puntando, no?”

“Hai proprio ragione, Mignolo” disse l’Anulare. “Ma… cosa sono i ristoranti?”

Ricordo che i ristoranti non esistevano all’inizio del tempo. In ogni caso, l’Anulare riprese “Io non posso farlo nemmeno: tu Pollice dovresti tenere bloccate tutte le altre dita per far sì che io stia libera di indicare qualcosa”

“E io nemmeno posso farlo, perché mi sono già appropriato del titolo Postino per la città di Fanculo. Non rimanete che voi, Indice e Pollice” disse il medio, il quale avrebbe sopportato per sempre quell’orribile compito diventando il dito più sgarbato di noi cinque.

“Indice, secondo me dovrei farlo io. Sono ottimo per indicare, seppur piccolino mi si riconosce perché sono il più ciccione, no?”

“No” rispose l’Indice. “Voglio essere io, dopo il medio sono io il dito più lungo ed è quindi giusto che sia io ad indicare. E poi il verbo indicare deriva da indice, perciò sono IO che comando qui”

“Esatto, non fa una grinza. Tu povero Pollice dirai OK alle persone, ok? Aahahaha” disse l’anulare, colmo d’odio verso di me.

Io mi disgustai non poco per quella presa di posizione e, mentre il nuovo titolo veniva festeggiato come si conveniva, io decisi di allontanarmi, perché non ero d’accordo. Anzi, la mia vendetta si sviluppò col tempo tanto che riuscii ad accaparrarmi un po’ dei privilegi dell’indice, come ad esempio chiedere l’autostop.

Ecco perché mi trovo bene distante dagli altri quattro, mi odiano e io invece posso ad esempio illuminarmi!

“Ah, sì? E dimmi, come pensi di illuminarti?” mi chiede il medio, che appunto ha fatto dell’antipatia una sua bandiera personale.

“Così, ecco”

Ed ecco: io Pollice mi illumino di verde. E non solo: posso anche illuminarmi a intermittenza o fare un fascio di luce più forte!

Gli altri quattro rimangono con un palmo di naso: visto, il Pollice?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...