La matita che si credeva bacchetta.

LOLLA

Questa storia partecipa alla sfida denominata “24 storie in 24 ore” indetta da me stesso in cui io solo sono il partecipante.

“Ehi Penna?”

Ancora! Ma che vuole?

“Non capisco come fanno le bacchette dei batteristi a muoversi così a tempo. Voglio farlo anche io!”

Questa mi giunge nuova, Dopo aver passato il periodo elettricista, fabbro ferraio e motociclista, la matita si dà al rock.

“Ma che rock, sei pazzo?” replica piccata la Matita, avendomi letto nel pensiero. “Da ora in poi sarò la leader di un gruppo BLACK METAL, chiamato le Grafite! Io alla batteria, la gomma al basso e il carboncino alla chitarra”

“Seh, e magari come seconda chitarra un PASTELLO, vero?” chiedo sarcastico.

“Esatto, bravo! Come lo sai?” risponde invece la Matita, chiamando dunque a raccolta tutti questi soggetti.

Tutti, con mia grande sorpresa, si rivelano semplicemente entusiasti dell’idea e cominciano già a registrare il loro primo album, intitolato Maledetto hai spostato il mio braccio mentre disegnavo!

Tuttavia voglio fare alcune domande tecniche alla Matita, domande che solo un batterista può conoscere.

“Dimmi, Matita: cos’è un Charleston?”

La matita comincia a battere sui tamburi facendo finta di non sentire.

“Su, dai: cos’è un Charleston? Qual è la differenza fra Splash e Crash?”

La matita continua a far finta di suonare, mentre gli altri vanno piuttosto scoordinati., Decisamente i Grafite non sono partiti col piede giusto. Per di più, la gomma continua a consumarsi dato il suo vizio di cancellare tutte le cose.

Così il Carboncino, provvidenziale, fa notare alla Matita che stava cominciando a perdere trucioli: “Ehi, guarda che la gomma sta diventando un’artista maledetta di quelle che moriranno a ventisette anni”

“Meglio! Così tutti ci faranno più pubblicità! Il morto nelle band le rende immortali!” esclama entusiasta la Matita, che torna a guardarmi con aria di sfida.

“E tanto per la cronaca, il Charleston è un ballo e la differenza fra Splash e Crash sta che uno è il rumore del tuffo, mentre Crash è l’animaletto protagonista dei videogiochi per Playstation Uno!”

“Ehm… no. Mi spiace, ma non sai nemmeno queste cose non puoi essere un batterista” dice la Penna. “E adesso scusami, vado a scrivere un articolo stroncante sui Grafite

Gli articoli stroncanti tagliano le gambe, soprattutto se scritte da penne autorevoli come lo sono io.

La matita, ferita nell’intimo, non ci sta a perdere così.

“Allora… allora… diventerò una BACCHETTA MAGICA! Ahahaha, non te lo aspettavi! FORMULA MAGICA INASPETTATA!”

La mina all’estremità della matita si accende di una luce verde e in un FLASH accecante tutto torna com’era all’inizio.

“Ciao, Penna! Io sono una Matita. Cosa disegniamo?”

Il problema è che ha perso totalmente la memoria.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...