C’era una volta…/2

C’era una volta un Re, che era in giro a caccia come soleva fare spesso, assieme a molti suoi ospiti.

Andando per la foresta, capitò che il re in questione vide un Unicorno. Un bellissimo esemplare, sempre ammesso che esistano Unicorni brutti.

“Ehilà” disse l’Unicorno. “Vuoi un po’ di birra?”

Il re estrasse la spada e disse “Come mai vuoi offrire una birra al re? Che c’è, stai cercando di distrarmi dalla mia caccia? SDai che non ho mai provato la carne di Unicorno, vero?”

“Beh, perché non può essere cotta” rispose lui. “Quindi, bevi un po’ di birra e lasciami in pace”

“Cos’è tutta questa confidenza, ehi!” urlò qualcuno da l,ontano, ma il re ridacchiò.

“Voi Unicorni vi credete così superiori… io penso che tu stia nascondendo qualcosa. Hai davvero la birra?”

L’Unicorno face spuntare una bottiglia di birra da un albero lì vicino.

“Dicevi?” chiese il quadrupede. Ma il re non demorse.

“Senti, sto cacciando” disse lui. “Oggi ho voglia di Cervo, che poi impaglierò e lo metterò sopra il camino, in memoria delle mie gesta”

“Oh” commentò lui. “Ah. Ok, certo. Un cervo. Tu stavi cercando un cervo, non un Unicorno. Okay, allora puoi passare”

Il re fissò l’animale allibito. “Cosa credevi, che volessi ucciderti? E io che credevo che fossi protettore degli animali!”

“Naaah, figurati”

Così il Re continuò a cacciare, sorseggiando la birra offertagli dal simpaticone chiamato Unicorno.

Percorso qualche metro, trovò poi un fiume. Anzi, il fiume, quello che passava per il suo regno.

Sulle rive del fiume scorse alcuni Nani.

“Che paura” commentò. “Ma non c’è nessun cervo da far schiattare?”

Evidentemente, nessuno. Solo Unicorni che offrivano birra e Nani sulle rive del fiume. Allora, dai cervi si passò ai conigli, da fare poi con lo stufato e le patate.Dai conigli si passò ai cinghiali, e poi di nuovo ai cervi, perché ne era passato uno.

“Eccoti, maledetto! Datemi arco e freccia, subito!”

il re scocco la freccia e colpì il cervo, ma che si trasformò nell’Unicorno di prima.

“ALLORA VOLEVI COLPIRMI, MALEDETTO! ANCHE SE TI HO DETTO CHE NON POSSO ESSERE COTTO! Ah, e a proposito la birra che ti ho offerto era SCADUTA!”

L’Unicorno ebbe per il resto della vita una freccia conficcata e il re ebbe il cagotto per un mese.

Morale della favola: non bere birra prima di guidare.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...