I vampiri secondo… me.

Immagine

Un vampiro che sembra un pipistrello sta appollaiato lassù e un tizio con la treccia cerca di toglierlo perché deve installarci un lampadario, sul soffitto. Sapete, uno di quei lampadari belli a sette braccia, no?

Va bene, ho un vampiro in casa.

Come ci è entrato? Direte voi. Ebbene, ho aperto la finestra una notte ed è entrato, poi si è appollaiato sul soffitto, proprio nel punto n cui volevo installare un lampadario.

“Ehm scusa, puoi scendere?” gli chiesi garbatamente.

“No” rispose il Vampiro. “E poi, come ti permetti di darmi del tu? Io sono un nobile, maledizione!”

Peccato che il titolo nobiliare non sia più valido secondo Costituzione.

“Inoltre, spero che mi rifonderai i danni” proseguì il Vampiro.

“Di che danni stai parlando?” chiesi, continuando a dargli del tu.

“In questa casa non vi è nemmeno una donna da azzannare” spiegò il vampiro. “Adesso mi tocca aspettarne una qui appollaiato sul soffitto”

Repressi una risata. Ne avrà di aspettare, coi tempi che corrono in tema di ragazze…

 “Beh, non puoi aspettarla lì” gli spiegai. “Voglio mettere un lampadario proprio nel punto dove ti sei messo”

“Ebbene, fintantoché non avrò il mio tributo di sangue sappi che non mi schioderò da codesto loco”

“Va bene, allora ti faccio vedere io chi fa il nobile in casa mia” affermai, così andai nella mia camera da letto, presi il crocifisso che avevo affisso e lo mostrai a quello stupido.

“Aahahah! E adesso crepa!”

Il vampiro si spaventò non poco, ma tenne duro pur sudando copiosamente.

“Va bene, allora userò una combo! Oltre a questo, ti sparerò l’aglio!”

Preso lo spara aglio che abbiamo tutti in casa presi a sparare palle di aglio sulla faccio dell’imbecille che ha osato entrare in casa mia.

“Ahahahah! Prendi questo aglio”

Ma, con mia solenne sorpresa, il vampiro rimase incollato sul soffitto. E dire che volevo un lampadario di cristalli in modo da riflettere i sette colori a seconda di come si vede!

Beh, questo mi dà un’idea…

*qualche giorno più tardi*

“Ehi ciao! hai poi montato quel lampadario fluorescente fighissimo?” chiesero alcuni miei amici.

“Beh, a parte che sarebbe stato di cristallo e non fluorescente, ma ho avuto una soluzione alternativa consigliata da un… amico”

Così feci vedere il mio nuovo lampadario: il nobile Vampiro con una lampadina a basso voltaggio in bocca, e ci divertimmo tutta la sera ad accenderlo e spegnerlo e a colpirlo con l’aglio.

Annunci

2 pensieri su “I vampiri secondo… me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...