Le dita e i nodi ribelli.

C’era una volta…

O meglio, c’è sempre, ogni qualvolta si presenta, ed è uno strazio terribile. Sta di fatto che quando egli cammina, è solito ascoltare la musica, quando non c’è nessuno con cui parlare. Esiste solo lui e il suo lettore mp3, col quale ha un rapporto di amore/odio: è uso a scaricarsi facilmente, ma ha una lista canzoni eccezionale.

Qualche volte, però, il lettore si ribella. È gusto e tipico: quando si ha voglia di indipendenza, anche i lettori vogliono combattere per questi diritti. Il diritto a premere tasti senza che nessuno li tocchi, ad esempio.

Oppure a scaricarsi. Così, improvvisamente.

“Bene, si è scaricato il lettore!” esclama quindi il passante di professione. “Proprio adesso che stava mandando la mia canzone preferita! Che miserabile!”

“Uhuhuhuhu, quanto mi piace far irritare il padrone…”

Sì, i lettori mp3 sono malvagi, marci dentro. E non si sa nemmeno quale sia il motivo.

“Beh, pazienza”

“Ma come? Tutti qui gli improperi?”

Quando uno la prende con filosofia, i lettori rimangono poi sconvolti.

“Vorrà dire che adesso avvolgerò le cuffie attorno a questo e chi s’è visto, s’è visto”

Al che, il lettore musicale sogghigna. Ha un altro piano per far impazzire il suo proprietario…

///

“Bene, ho voglia di musica! E cosa c’è di meglio del mio caro vecchio lettore?”

“Nulla, te lo dico io” risponde il lettore, che non vede l’ora di uscire dalla tasca, che sempre ricolma di fazzoletti, cartacce, scontrini, coccodrilli eccetera non è un posto molto ospitale.

Ecco quindi che viene il momento, per le dita, di lavorare. Ma vediamo perché.

“Ohibò! Il cavo delle cuffie si è attorcigliato tutto!”

“SIIIII LO SO!” Esclama il lettore, emanando una luce rosse sfregandosi le cuffiette, che sono le sue mani.

Al che, l’indice indossa gli occhiali da sole. “Questo è un lavoro per noi, vero Bob?”

“Esatto, Michael!” risponde il dito medio, indossando invece un cappello.

“Non ci avrete mai! Ci attorciglieremo ancora!” esclamano i ribelli, ma ormai la battaglia è cominciata.

Bob e Michael, aiutati dai Bob e Michael dell’altra mano, cominciando a sezionare i nodi più intricati e particolarmente ribelli. Hanno addirittura un pugnale fra i denti.

“Yaaaa! Non molleremo ma!” urlano in coro i molteplici nodi, inoltre alcuni si riaggiustano, tanto per aumentare il livello di difficoltà; altri ancora lanciano frecce, altri ancora shuriken appuntiti.

“Bob Destra! Proviamo un’azione combinata!” esclama Bob sinistra, il quale al posto degli occhiali da sole si è tinto gli zigomi di nero. Il Michael sinistra invece indossa un’armatura medievale.

“Ok!” così i due indici si uniscono e attaccano i nodi, colpendoli con i loro cannoni. Se si apre l’unghia, Infatti, fuoriescono cannoni e raggi congelanti. In questo modo, i noti vengono sconfitti, per quanto irriducibili.

Infine, la pazienza è la virtù dei forti.

La fortuna sorride agli audaci.

Rosso di sera bel tempo si spera.

La classe non è acqua.

L’importante è partecipare.

Insomma, le cuffie hanno la peggio sui nodi e il proprietario del lettore è ancora padrone di quest’ultimo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...