Le avventure dell’uomo- Lampone!

immagine

L’uomo Lampone e come tutto ebbe inizio

In realtà, l’Uomo Lampone aveva sempre avuto centinaia di poteri magici, tuttavia li dimenticava sempre a casa.

Ecco perché Glsdgft, il carro armato alieno, ridacchiò con la sua voce cavernosa.

“Prima che ti elimini” disse “voglio che tu mi racconti come sei diventato l’uomo lampone. Sai, noi cattivi vogliamo sempre conoscere i protagonisti, soprattutto quando sono sotto scacco, no?”

L’Uomo Lampone, fiatoni e cosparso di succo tutto attorno al corpo, digrignò i denti: “E va bene. Siamo già giunti a questo punto della storia, vero? E allora lascia che ti spieghi come sono diventato l’Uomo Lampone. Prima ero un lampone e basta, sai. Poi mi sono accorto dci saper parlare, e mi sono spuntate le braccia, e le gambe, ma la testa mi è rimasta quella di un lampone. E tutto perché, per caso, mi sono ritrovato a chiacchierare con il mio vicino, un altro lampone, che si stava lamentando delle more!”

“In effetti gli uomini preferiscono le bionde” lo interruppe Glsdgft, con fare saputo.

“Sì ma cosa c’entra? Per more intendo i frutti”  precisò l’uomo lampone. “All’inizio non è stato semplice, visto che rotolavo invece di camminare. Purtroppo però è stato in quel periodo che ho conosciuto Asdrubala, alla quale le avevo chiesto di uscire ma mi sono presentato rotolando. E così mi ha lasciato”

“Troverai altri ribes” disse il carro armato alieno.

“No, Asdrubala era una ciliegia” precisò ancora l’Uomo Lampone. “Comunque, dopo quella brutta storia d’amore ho preso una decisione definitiva. Sono andato da chi poteva aiutarmi, ossia il saggio Eremita che abita su nelle montagne, e mi ha dato un bagnoschiuma al lampone. Lì per lì mi sono stranito e quindi ho fatto una domanda più precisa: sapete, desidero diventare un supereroe, al che il saggio mi ha donato la possibilità di sparare le palline di cui sono composto… palline che ora ti sconfiggeranno!”

“Cosa? Ma se ti tengo sotto tiro e sei stremato!” Glsdgft non riusciva a capire in cosa consistesse il potere del suo nemico e nemmeno come avrebbe ribaltato la situazione.

“Non è così! HAH!”

L’Uomo Lampone lanciò un’unica pallina che andò a conficcarsi dentro la canna del carro armato alieno, che così si ostruì, facendo esplodere il terribile nemico, parcheggiatore in doppia fila seriale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...