Tutorial: essere puntuali.

keep-calm-and-be-punctual-9-480x560

Per fare amicizia con me, dovete appendere al muro questo comandamento.

La puntualità è un argomento che mi sta molto a cuore. Sia che si parli di un articolo o di venire a un appuntamento, se si stabilisce un orario quello deve essere.

A testimonianza di ciò, porto sempre con me un orologio da polso, anche se preferirei portarne qualcuno da taschino perché io sono del 1899 e si usavano quelli.

Comunque, ecco come arrivare puntuali.

facciamo conto che io vi dica “Vediamo a Tale Punto alle Circa Meno Quasi”, o ancora meglio e più realisticamente:

Domani l’articolo uscirà alle 11, fatevi trovare pronti per mipiacciarlo.

Allora voi che fate? Mi ascoltate appena o sapete di esserci? Perché preferisco che mi si dica “No a tale orario proprio è impossibile, facciamo un altro” piuttosto che farmi aspettare.

Il fatto è che se l’appuntamento è per le undici io già alle dieci e mezza sono giunto, e aspetto, e guardo la zona, il panorama, e tutti gli aneddoti che potrei raccontare che sono successe davanti ai miei occhi mentre aspetto Questo o Quello.

Però poi l’orario arriva, ed ecco che sale l’ansia.

Le undici. Le undici e un minuto, due, tre…

“Va be’, quarto d’ora accademico” che a seconda della persona possono essere quindi davvero quindici minuti o ventisei ore.

Nel frattempo che aspetto, tu che devi fare?

  • Cerca di organizzarti al meglio: sai che hai un appuntamento e quindi non upoi dire dopo all’amico Gianastolfo va bene, ci vediamo alle 10, 45 in Borgozia, perché pè chiaro che poi non ci arrivi al mio appuntamento! E non sto dicendo che il mio appuntamento sia più importante (anche se lo è), ma lo sto dicendo perché se hai preso già un impegno prima, consiglio di non accavallare gli impegni nello stesso orario.
  • Un meteorite ti è caduto sulla casa, e allora in quel caso avvisi che tarderai, ma non farla diventare una cosa cronica.
  • Una volta calcolato il tempo che ci vuole per percorrere il punto dove ti trovi fino al luogo dell’appuntamento, preparati prima, in modo da essere pronto per l’orario convenuto. Se sono le 10,59 e sei ancora a letto in pigiama, diciamo che arriverai in ritardo. Ed io aspetto.

“Eh ma caro mio anche tu devi essere un po’ elastico, non essere troppo rigido perché poi il giorno in cui TU sarai in ritardo le persone non te lo perdoneranno”

Il fatto è che è impossibile che io arrivi in ritardo. Credetemi, ci ho anche provato, ma finora posso dire che non ho mai mancato e quindi la McGranitt non può trasformarmi in un orologio da taschino.

Allora non organizziamo un orario in cui vederci e vediamoci all’orario che ci è più congeniale, rischiando quindi non incrociarci!

Eh vuol capire capisca.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...