Posso dirti un segreto?

Anno 3017, pianeta Agropfuz.

Era pieno di alieni, il cielo cambiava colore ogni volta che gli pareva e in generale era facile trovare un mostro gigante che sbarrava la strada a un altro mostro gigante.

Il capitano Jessica Faxoletho camminava con un’arma laser, con solo quella, in mezzo a una giungla. In quel periodo, i soldati in esplorazione negli altri pianeti venivano sempre accompagnati da un vice e una truppa di mummie mutanti, per decisione della NASA stessa.

“Tanto sono già morti, risparmiamo sul personale, no?” aveva dichiarato il presidente della NASA, interpellato sull’argomento.

In ogni caso, anche il soldato Jessica Faxoletho era rientrata in questo programma speciale ed era stato spedita in avanscoperta, assieme alla sua vice, in questo pianeta lontanissimo, con in affido dieci mummie mutanti.

La vice in questione, tale Sandra Pethekla, copriva le spalle alla sua superiore, e nel frattempo doveva accertarsi che le mummie mutanti non si perdessero. Facevano una puzza orrenda e non emettevano altro suono che uno strano mugolio intristito.

A un certo punto, però, mentre costeggiavano un sentiero accanto a un fiume, dove a sinistra era delimitato da una fitta vegetazione violacea, Sandra si rese conto di non poter sopportare più quel peso e di dover dire a Jessica, che era peraltro la sua fidanzata, una cosa molto importante.

“Ehi, Jessy” esordì dunque, spaventando il capitano che perse qualche battito cardiaco.

“Ma sei impazzita?” sibilò Jessica. “Ti rendi conto di dove siamo? Diglielo, Mu!”

“Muuuuuh…” farfugliò una delle mummie mutanti.

“Potresti spaventare qualche creatura misteriosa!” concluse Jessica.

“Sì lo so tesoro, ma devo dirti qualcosa di importante!” esclamò Sandra, per giustificarsi. Tuttavia, Jessica le fece cenno di non parlare e proseguirono con la loro ispezione, o qualsiasi cosa stessero facendo in quella landa desolata.

“E non chiamarmi TESORO, sono un cazzutissimo capitano!” disse Jessica, dopo qualche minuto.

“Sì, però devo dirti qualcosa di importante” ribatté Sandra, disintegrando un verme a forma di fusillo sbucato da sotto il terreno.

“Dai, devi assolutamente sentire quello che ho da dire” riprese Sandra. “Anche Meh vorrebbe che mi ascoltassi. Vero, Meh?”

“Meeeeh…” concordò un’altra mummia.

“E va bene!” concesse infine Jessica. Si voltò verso la compagna e chiese “Che cosa devi dirmi?”

“Eh… hai le doppie punte!”

“COSA?”

L’urlo fu così forte da fare spaventare tutti gli uccelli della giungla e anche qualche sasso che disse scandalizzato “C’è gente che dorme qua!”

Però, le doppie punte erano problema molto grave che potrebbe compromettere la missione. Ce la faranno le due soldatesse a risolverlo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...