Tutorial: fare una pausa.

immagine

Sono uguali, è solo una tua impressione che quello sia più piccolo.

“Che bello fare le pause”

  • tizia strana in the Lady 1

Chi di voi, fra un articolo e l’altro di questo blog, non fa mai una pausa? S a cosa state pensando, la vita è una noia fra ufficio/scuola/università/uscite con i soliti noti.

Vi ci vuole una pausa: bene, allora, visto che è un argomento che non ho ancora toccato creerò un tutorial adatto a questa esigenza!

PAUSA CAFFÉ

Alcuni mesi fa andava di moda il tormentone “Buongiornissimo!!! Kaffèèèèèèè????” per prendere in giro tutte quelle immagini brutte che la gente adulta si scambia su facebook e che danno fastidio da vedere. Tuttavia, il caffè, estrapolato da questo contesto e vedendolo per com’è, è un ottimo viatico per poter fare una pausa, magari accompagnato da un’ottima ciambella.

PAUSA PUB

Una pausa un po’ più lunga può essere vista nella pausa pub. Tu te ne vai con l’amico/a in questo locale, bevi un gingerino per stare leggero/a, e nel frattempo discuti degli argomenti più inutili di questo mondo, e riderci su. Poi chissà, magari ne esce fuori pure qualcosa di divertente!

PAUSA ASOCIALE

Contrapposta alla pausa pub, c’è la pausa asociale. Leggere un libro (Le avventure del puntatore o del pentagramma), giocare ai videogame (Pac Man), fare una maratona di serie tv (Lost) o ascoltare l’ultimo album del vostro gruppo power metal preferito (I Freedom Call) sono tutti passatempi decisamente migliori che spendere soldi per un gingerino che poi nemmeno puoi mangiare tutte le arachidi perché fa troppo “morto di fame”.

PAUSA WEEKEND

Le pause cominciano ad allungarsi, e se la vostra mente è proprio stanca, ci vuole un bel fine settimana (venerdì sera/domenica a mezzanotte) ottimo per andare fuori porta, al mare/montagna/lago/ad uccidere qualcuno o cose simili. Vuoi mettere farsi un selfie davanti al monumento scagazzato di turno piuttosto alle lamentele che la vita ti offre?

PAUSA ESTIVA

Estate = Mare. Che sia Maiorca, Caraibi, Miami, la Polinesia o il mare di Mondello a fine maggio/giugno la pausa di tre settimane non ce la leva nessuno. Staccare il cervello lontano dai problemi e non pensare a NULLA tranne che all’ombrellone, a quale posto scegliere per non essere troppo lontani dal mare, ma porca miseria sono tutti occupati, i bambini che schiamazzano, COCCOBELLO e il mare agitato.

PAUSA ETERNA

La pausa più lunga di tutte. Così bella e rilassante che nessuno è finora mai tornato.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...