Se Pac Man fosse un’arancia.

immagine

“Basta, io sono stufa!”

La voce dell’arancia risuona per tutto il portafrutta.

“Che hai, mia cara arancia arancione?” chiede la clementina.

“Non ne posso più di essere spremuta ed essere bevuta! E cosa sono io, un agrume?”

Cala un silenzio imbarazzato. Tutti, nel portafrutta, sanno la vera identità dell’arancia, ma dirglielo avrebbe rischiato un litigio selvaggio.

“Guardate, sono capace di cose migliori che stare nel portafrutta in attesa di chissà cosa” continua lei, incapace di accorgersi dell’atmosfera pesante che ha creato. Afferra un coltello con i poteri telecinetici e questi, mosso da un’improvvisa voglia di fare lo scultore, taglia l’arancia in modo da farla assomigliare al noto personaggio dei videogiochi, quello che mangia le palline e viene inseguito da quattro fantasmi.

“Eccomi” annuncia infine l’arancia. “Grazie coltello, adesso puoi tornare fra le posate”

Tuttavia quest’ultimo ormai possiede vita propria e comincia a scolpire qualsiasi cosa che vede, diventando la sua vena artistica del tutto incontrollabile.

“Comincerò a mangiare le palline al formaggio!” esclama il frutto.

“Scusami, arancia” chiede umilmente la pera. “Non sai quant’è buono il formaggio con le pere?”

“Silenzio, risparmia questi commenti fuori luogo” ribatte tagliente l’arancia. “E fammi mangiare”

Uno dopo l’altro, l’arancia si nutre di tutte le palline al formaggio contenute nel sacchettino, finché uno squillo di tromba non interrompe quel massacro.

“Che succede?” si chiedono tutti.

“Sono la brocca della spremuta…” risponde con voce cavernosa la brocca vuota. “Adesso TU entrerai dentro di me, e diventerai liquida”

“Ma non posso!” esclama furibonda l’arancia. “Adesso sono imbevibile: hai ami provato l’ebbrezza di rinfrescarti con un’arancia al sapore di formaggio?”

“Non posso crederci, l’ha detto!” esclama disperata la banana. “E adesso avrò gli incubi la notte!”

“Piantala, Ban” dice la mela. “Pensa a te, che hai a che fare con i fili  che ti legano!”

In effetti, le banane hanno quei fili fastidiosi che sembrano tentacolari. Ma dicevamo dell’arancia.

“Non mi avrai, Brocca!” esclama l’arancia. “Mangerò anche te, come se fossi un boss di fine livello!”

“Lo vedremo!”interviene una mano, che come se fosse una gru preleva l’arancia ribelle e la spreme senza troppi complimenti nello spremi agrumi, il quale si compiace… un po’ troppo, di quel contatto.

*dopo alcuni anni*

“E adesso” racconta la clementina a tanti mandarini curiosi “vi racconterò della leggenda dell’arancia che voleva conquistare le palline di formaggio…”

“Sì, che bello! E poi c’è la brocca infernale che spara i laser giganti?”

“Anche quello, mio caro”

 

 

 

Pubblicità

4 pensieri su “Se Pac Man fosse un’arancia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...