La lumaca Teresina/4

immagine

 

Aspettando Teresina

“Uffa! Ma quando viene Teresina? Sono ore che l’aspettiamo!”

La tartaruga e il millepiedi non vedevano l’ora di fare jogging con la lumaca, ma questa era leggermente in ritardo.

“Che si sia dimenticata?” ha chiesto ancora la tartaruga, che nel suo palmarès vantava la vittoria sulla lepre, ma da allora più nulla. E solo perché poi la lepre si era addormentata sul traguardo.

“No, non credo” scuote la testa il millepiedi. A differenza del centopiedi, lui prendeva le cose molto sottogamba, moltiplicato mille. “Anzi, rilancio: l’attesa di Teresina è essa stessa Teresina”

“Cosa intendi dire?” ha chiesto la tartaruga.

“Che anche se aspettiamo, è come se fosse fra di noi” ha spiegato il millepiedi.

“Capisco, o meglio, non capisco, ma lo accetto” ha sospirato l’altra. “Probabilmente è stata rapita dagli alieni”

“Non rapirebbero mai Teresina, a che servirebbe rapire una lumaca? Casomai, ne potrebbero aver rapite tante, per poterci fare una zuppa di lumache” ha osservato il millepiedi, più macabro che mai.

“Sarebbe orribile, e Teresina non merita questo trattamento. Ad ogni modo, se non arriva cominceremo a fare jogging senza di lei. Non è che adesso può fare la superstar solo perché ha una storia tutta per lei”

“Hai ragione” concorda il millepiedi, cominciando a strisciare nel suo solito modo. Il fatto è che a differenza della tartaruga, lui può arrampicarsi anche sui muri e così successe.

“Ma dove stai andando? Quello è un muro!” esclama la tartaruga.

“Oh, hai ragione, ma che posso farci: di solito è Teresina a correggermi” dice quello, per poi scendere. “Certo, mi manca: credi che possiamo essere una bella coppia?”

“Non farmi venire in testa certe immagini!” esclama la tartaruga. È vero, è un po’ irritabile. “Adesso andiamo, l’importante è tenersi in forma”

Per tenersi in forma intendevano correre per diversi centimetri senza fare pause.

Infine, eccola, Teresina, appena scesa dalla Luna e coperta quindi di polvere di stelle, tanto da brillare come se fosse un diamante.

“Oh, ti hanno fatto santa?” chiese la tartaruga, piena di veleno.

“Non hai nient’altro di intelligente da dire?” risponde di rimando Teresina. “Guarda cosa faccio!”

Rivolgendosi a un ragno nero spaventevole, lo investe della luce che aveva ancora addosso e lo ha fatto scappare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...