Un horror?

La bambina non riusciva a dormire. Da quando ha saputo che i mostri uscivano dagli armadi, ha cominciato a soffrire di insonnia.

Tremava, e rivoli ghiacciati di sudore le imperlavano la fronte colando poi sulle tempie, pur essendo una notte calda di fine giugno.

La paura che qualcuno potesse spuntare dall’armadio, o da sotto il letto, le faceva tremare anche il cuore, che palpitava veloce.

Infine, il cigolio della porta della cameretta spezzò il silenzio notturno, accompagnato da una mano, colpevole di quel rumore.

La bambina sgranò gli occhi, ma nel buio non seppe riconoscere chi fosse il misterioso visitatore. Si coprì interamente sperando che non le succedesse nulla.

Infine, i passi pesanti dell’essere lasciarono intendere una creatura abbastanza grossa, e la curiosità della bambina prevalse su tutto, persino sulla paura.

Un uomo enorme era armato di coltello affilato, e con l’altra mano reggeva una lanterna, che gli illuminava la faccia butterata.

La bambina strillò con quanto fiato poté in corpo.

Sembrava finita per lei, quando a un certo punto il respiro pesante dell’uomo si interruppe per lasciare spazio alla sua parola.

Una voce roca, fonda, come se non fosse stata usata per quanto tempo.

Parole di morte.

“Scusa, sai dov’è il bagno?”

La bambina tremò non poco e balbettò nel parlare: “P-perché v-v-v-vuoi s-sapere dov’è il b-bagno?”

“Beh, avrò anche io dei bisogni fisiologici, no?” osservò il tizio.

“È la s-s-.seconda p-porta a sinistra. E p-p-perché hai u-u-un COLTELLO?”

“Oh, questo?” chiese l’uomo. “Ho fatto a fette un mostro notturno. Va beh, allora buonanotte, eh?”

La bambina non avrebbe mai dimenticato quella notte. E nemmeno l’uomo, il quale imparò che non si entra nelle camere delle bambine armati di coltellone e lanterna, anche se a lui piacevano tanto.

Purtroppo fare la cacca era diventato quanto mai impellente e non ‘cera stato il tempo per cambiarsi.

 

Annunci

4 pensieri su “Un horror?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...