Il peso del rinoceronte.

È un giorno come un altro in Africa. Clodovildo la giraffa e Snapurzio il rinoceronte battibeccano. È normale per loro battibeccare, soprattutto per motivi irrilevanti.

“E comunque” sta dicendo Clodovildo “sei ingrassato.”

Snapurzio freme col naso. Questo è un chiaro segno di quando si altera, e non solo: dal suo corno vengono emessi certi rumori che ricordano le fastidiosissime note di una canzone napoletana neomelodica, sparata a tutto volume, come se fossero sirene stonate.

“Io ingrassato? Come osi? Noi rinoceronti non cambiamo mai taglia, tali siamo e tali rimaniamo!”

“Guarda” ribatte Clodovildo “ho qui giustappunto una bilancia, che è caduta dalla jeep dell’ultimo safari. Proverò ciò che dico”

Snapurzio nota che effettivamente c’è una bilancia. È però piccolissima, rossa e analogica. Una lancetta rachitica tremola attorno allo zero.

“E sia” dice Snapurzio poco convinto, e mette una zampa sull’unico piatto disponibile.

Crash.

La bilancia si distrugge in un milione di pezzi, ma solo la lancetta rimane intatta.

Clodovildo e Snapurzio, nel vedere ciò che è successo, si cambiano un’occhiata piena di apprensione.. L’hanno fatta grossa, se lo sentono.

“L’abbiamo fatta grossa” dice Snapurzio.

“Tu sei grosso, io sono filiforme” ribatte piccato Clodovildo, ma improvvisamente arriva lo Sciacallo, accompagnato dal fedele avvoltoio/telecamera e da una musichetta di un telegiornale piuttosto noto.

“Buona sera e benvenuti a Savana5, l’unico programma che cvi dice la verità tutta intera, fuori dal coro e fata con il cuore! Oggi parliamo della triste storia di Snapurzio: un rinoceronte grasso, forse, ma che si ritrova nei guai per aver distrutto un prezioso reperto umano! Come ti senti? Eh? sconvolto? pagherai i danni?”

Lo Sciacallo non sembra aver bisogno di risposte, limitandosi a tenere il microfono vicino alla bocca del povero rinoceronte, guardandolo con occhi spiritati.

Vedendo che non trova reazione, si rivolge alla lancetta. “E tu, lancetta? Come ti senti nell’aver perso tutti i tuoi componenti? A pezzi?”

La lancetta non fa in tempo a rispondere che Clodovildo interviene non richiesto, attratto dal fatto di essere in televisione: “Sì, io ho visto tutto! Snapurzio ha posato la sua enorme zampa come… come.. UN RINOCERONTE GRASSO!”

“Ok, grazie mille!”

Lo sciacallo ha quello che gli serve e scappa via, lasciano il rinoceronte e la giraffa senza parole.

 

 

4 pensieri su “Il peso del rinoceronte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...