Tutorial: giocare a ping pong.

immagine

La pallina, stufa di saltare da un lato all’altro, se ne va fra lo sconcerto delle racchette fluttuanti. Ecco, grazie a questo tutorial eventi come questi non accadranno più.

Che bello il ping pong, vero? La palla va da una parte all’altra e ogni tanto ti fa fare tanti punti che poi userai per rifilare battutacce al tuo avversario e rimorchiare la pollastrella di turno che però preferisce i calciatori.

Ad ogni modo, come si gioca? Questo tutorial ne svelerà tutti i segreti!

“Piantala Aven, hai perso tutte le partite”

Non è vero, ho in un certo qual modo fatto esperienza.

Innanzitutto occorrono due racchette e una pallina, ed eventualmente un avversario. Solo Forrest Gump è riuscito a giocare da solo, e tu non lo sei.

Il modo corretto di giocare, come abbiamo visto nel video (ditemi che lo avete visto!) è essenzialmente quello di indurre l’avversario all’errore, ma a volte la pallina se ne approfitta e va a finire nei posti più impensabili del pianeta. Al che rimane solo una cosa da fare, ossia quella di accordarsi col nostro nemico per cercare di non farla cadere.

Come?

Sappiamo che la pallina tende a rimbalzare sul piano dove stiamo giocando, quindi sfruttando questa cosa noi terremo la palla bassa, innanzitutto, onde evitare traiettorie che nemmeno una catapulta si sogna.

In secondo luogo, cercheremo di non respingere troppo forte: in questo modo la pallina cadrà più gentilmente sul piano e noi riusciremo persino a respingerla senza fare troppo caos.

“Eh ma così togli tutto il divertimento! Piuttosto di’ che se fai cadere la pallina dalla parte giusta ottieni un punto e vai in vantaggio!”

A meno che tu non stia perdendo 7-0, questo è sempre vero.

Ricorda sempre che per ammattire l’avversario serve molta tecnica, allungarsi le braccia e fare in modo che la pallina non caschi mai dalla tua parte. Certo, poi c’è l’avversario stronzo che colpisce pianissimo e la pallina va a finire giusto un po’ oltre la rete in modo che tu non possa mai prenderla, ma quelli sono stupidi bari, non pensarci.

“Ma allora come si deve giocare? piano o forte?”

A bombazza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...