Amarcord/corda

Qui ho parlato di corda, e il personaggio del prompt doveva essere un condannato a morte. Sempre 2012.

Ci siamo, allora.

Solo questi gradini mi separano dalla morte.

Credevo che il mio cuore avrebbe accelerato i battiti per anticipare la fine, invece sono tranquillo.

Perché alla fine ho ragione.

Non avrebbero mai dovuto mettersi a vendere le indulgenze, dunque starò tutta la vita con Martin Lutero.

Primo gradino.

Forse, dopotutto, vivere non è così malvagio, e anche se lo sto facendo per una buona causa, sento dentro di me una piccola voce che mi implora di abiurare.

Le idee di Lutero sono lontane da Cristo.

Secondo gradino.

Me lo aspettavo: mi stanno tremando le gambe. Non voglio morire, ho tre figli piccoli da accudire e una moglie che piange per me.

Ma mettersi contro l’Inquisizione, oggi come oggi, non ti lascia scampo.

Terzo gradino.

Alzo lo sguardo: la forca si erge minacciosa davanti a me. Riabbasso lo sguardo, anche perché potrei vomitare il cuore se insistessi.

Ultimo gradino.

Bene: l’ultimo sforzo l’ho fatto, anche se non sono più così sicuro di partire con Lei.

La Morte.

Vestita di nero e in prestito le sembianze del boia grasso il quale non vede l’ora di tirare la levetta che avrebbe aperto la botola sotto la forca.

Quel suo sorriso sdentato e pieno di sporcizia mi da la nausea.

L’ultima nausea della mia vita.

Il secondino che mi accompagna mi fa indossare il cappio in modo da fissare il Papa negli occhi.

All’improvviso la sua voce risuona nella pubblica piazza gremita.

“Tu, peccatore davanti al popolo di Dio, hai un’ultima possibilità di abiurare prima che la maledizione di satana scenda a rapire la tua anima”

Quelle parole.

Sembra che le abbia dette il Cristo stesso, similarmente a come aveva perdonato il rinnegamento di Pietro.

Non sono pentito. Ho solo avuto paura di finire fra le fiamme.

2 pensieri su “Amarcord/corda

  1. Non mi sarei mai aspettata trovare una storia così seria e impegnata sul tuo blog, ma l’ho apprezzata comunque. E’ così…. cupa e senza un lieto fine. Un bel cambiamento rispetto a ora!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...