La Ropa Sucia/009

Immagine

“Hai sentito, cara? I Sanchez sono ospiti nella loro stessa casa! Ci hanno battuto! Eravamo convinti che fossimo stati noi a dare scandalo riducendo in schiavitù il nostro povero figlio, finendo pure in prima pagina, ma adesso… dobbiamo creare un nuovo scandalo!”

La voce da topo di Ezequiel Riquelme echeggiava nel suo studio della propria villa, che per una curiosa coincidenza era stata edificata proprio di fronte alla tenuta degli odiati rivali.

“Mi serve un’idea” disse la moglie, la quale odiava essere sorpassata. Inoltre, le capitava spesso, perché era famosa come la donna che non aveva mai imboccato la corsia di sorpasso.

“Idea!” esclamò fiera dopo pochi secondi. “Perché non ci inventiamo un falso in bilancio?”

Ezequiel la guardò a tutt’occhi. “Non è possibile. Andremmo in galera, se qualcuno se ne accorgesse”

Improvvisamente, squillò il campanello.

“E chi sarà mai?” si chiese la coppia. Il figlio José non poteva essere, perché era stato piazzato come uno schiavo. In ogni modo, la servitù andò ad aprire.

La servitù, sempre in massa, arrivò allo studio consegnò ai Riquelme un pacco.

Il pacco conteneva una scatola, che conteneva invece un vestito ricercatissimo. Se ne trovavano pochissimi in giro, poiché prodotto in Italia.

Ezequiel sgranò gli occhi e la moglie si portò le mani alla bocca, stupefatta.

“Perché non un completo da uomo?”

Quella era la priorità di Ezequiel. Chi aveva mandato un vestito ricercatissimo alla moglie, invece che ingraziarsi il ricco e potente Riquelme?

Nel frattempo, in quello stesso istante, Pedro usciva dall’ufficio di Marìa, o meglio, l’ufficio del signor Sanchez, ma da quando Marìa la giardiniera aveva comprato la villa, era il suo studio. Ovvero lo era da pochi minuti.

“Ma che hai fatto? Sei tutto disordinato: i capelli sparati tutti in aria, il completo italiano stropicciato, e questo… è rossetto?”

Clara Sanchez non era una che si faceva i fatti propri. “Adele! Vieni a vedere!”

Adele venne in men che non si dicesse.

“Pedro ha fatto sesso con la giardiniera!”

“Ma adesso è il capo!” protestò Pedro.

“Resta comunque la giardiniera! Le hai impollinato il fiorellino?”

Le due sorelle ridacchiarono e Pedro le lasciò perdere. Visto che comunque doveva cambiarsi, andò nella sua camera, dove trovò sul letto blu, una misteriosa busta.

E la lavatrice continuava a girare…

 

Un pensiero su “La Ropa Sucia/009

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...