La Ropa Sucia/105

Immagine

Clara Sanchez era in realtà appartenente alla famiglia Espimas, ma adesso era figlia del dottor Gonzalez. Fece cadere l’anello nuziale che era appartenuto al viejo, e preferì fissare il suo certificato di nascita.

Restava solo una domanda da fare.

“Perché vestirsi da colonne?” chiese dunque Fernando.

“No, in realtà la domanda è un’altra, amore mio” lo corresse Raquel. “Come ha fatto a entrare quel pezzo di carta dentro l’anello e come ha fatto questa tizia a estrarlo”

Clara emise un lungo sbuffo e si alzò con tutta la dignità che poteva avere vestita da colonna.

“Allora, innanzitutto non sono questa tizia, ma sono figlia del celebre dottor Gonzalez e cresciuta nella famiglia più ricca di Villa Nueva. Punto secondo, sono riuscita ad estrarre il foglio perché come tutti sanno, l’anello del viejo aveva una levetta a scorrimento nel cerchio interno”

Clara dimostrò che era nel giusto aprendo e chiudendo a piacimento uno scompartimento.

“In ogni caso, il defunto Gutierrez ha dato a me quell’anello e adesso voglio darlo a chi amo più di ogni altra cosa al mondo” dichiarò Fernando. “Dammelo”

Clara consegnò l’oggetto al primogenito degli Espimas e qualche ora dopo, quella sera, la vecchia zia Felipa Espimas emise un lungo sospiro.

“Si può sapere chi è che ha messo in giro la voce che qui ci sia uno spettro? È un’ora che cerchiamo e non ho trovato nulla!”

I due coniugi arrossirono imbarazzati. “Lo abbiamo sentito dal loco, il figlio dei Gutierrez, anche se è un poco loco, noi…”

“Ma porca miseria! Ma lo sapete chi è quel ragazzo! È uno stupido! Lo chiamano loco, no?”

“Yah-ha! Ti ho preso!”

Il proiettile sparato da una fionda prese sul cranio Benjamin che cadde proprio sul tavolino spiritico.

“AAAAH! LO SPIRITO!” urlò la signora Espimas.

“Calma, cara… è nostro figlio” la tranquillizzò il marito.

“AAAH! BAMBINI!”

Carlos si mise le mani in faccia e poi vide che era stato a tramortire il piccolo Benjamin.

“Tu! Tu non sei… chi sei?”

“Mi chiamo Jùan Islas, e vivo qui accanto”

“Miseriaccia…” i due coniugi e la vecchia megera guardarono con sospetto il piccolo discolo e pensarono che ci fosse qualcosa che non quadrava.

Al che si alzarono e salirono su in soffitta, ma non trovarono nessuno, questo perché Analisa era tornata a casa con le pive nel sacco, quindi gli Espimas realizzarono che si trattava di una bricconata solitaria di Jùan e lo rimpiazzarono a casa. Fu Analisa a prenderlo e scusarsi con i vicini.

Il giorno dopo, poco più in là, Miguel Espimas, che nel frattempo era rimasto tutto quel tempo in quella che era stata la casa di Fernando e Raquel, ebbe modo di riflettere su tutto lo scibile umano, finché non arrivò Clara in persona spalancare al porta e balzargli fra le braccia.

“Clarita…” esordì scosso Miguel.

“Miguel! Miguel! Possiamo sposarci!”

“Come? In che senso? Non siamo…”

“Hai detto bene! Non siamo! Guarda qui!”

Estrasse dall’incavo fra i seni un certificato di nascita che la certificava figlia del dottore.”

“Non siamo!” Ripeté estatica. Al che, scosso, incredulo e sorpreso, Miguel strinse a sé Clara e la baciò appassionatamente, bacio che poi proruppe in un atto sessuale vero e proprio.

Fatto stava che proprio mentre i due erano pronti per unirsi, la porta venne aperta dai legittimi proprietari della casa, Fernando e Raquel.

“Voi due!” esclamò l’Espimas maggiore. “State copulando sopra il tavolo del mio soggiorno!”

I due, seminudi, fecero in fretta a coprirsi. “Fernandito! Devi tornare a casa, piuttosto!”

“Non ci sarà nessun anello, mio caro Miguel” disse Fernando al fratello.

“Non ho parlato di anelli… sei un po’ fissato”

“Oh” Fernando rimase spiazzato. “Comunque, andate a fare le vostre cose… fuori”

E fu così che furono Fernando e Raquel a copulare sul tavolo del soggiorno, ballando quella danza allo stesso ritmo del movimento della lavatrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...