Olibiradi Tag

olibriadi

Regole

  • Ringraziare i creatori del tag: Il Salotto Irriverente e D.A.vide Digital Art
  • Ringraziare il blog che ti ha taggato (Alice, che vedrete presto ospite sul mio blog <3)
  • Inserire il banner del tag (vedi sopra)
  • Fotografare i tre libri che più vi sono piaciuti e che avete letto nel 2017 e fate la vostra classifica! 
  • Condividete la foto su Facebook, Instagram o sul vostro blog con l’hashtag #Olibriadi

 

Dunque, partiamo subito col nostro podio:

Come potete vedere,  al primo posto troviamo i Racconti Incompiuti di JRR Tolkien, che però sono pubblicati dal figlio Christopher, il quale ha deciso (bontà sua) di regalarci un po’ di avventure sulla Prima e Seconda Era della Terra di Mezzo, non tutte compiute ma che si capisce bene cosa e come dovevano andare le cose: ad esempio si viene a scoprire chi è veramente Gandalf, tanto per dirne una, e poi, nel mito di Numenor possiamo respirare un po’ di quel continente che verrà sommerso poiché aveva sfidato i Valar, e molto altro.

Ovviamente arricchisce il Silmarillion, l’opera principale, ed ecco perché raggiunge il gradino più alto del podio.

Al secondo posto troviamo i Racconti Perduti, anche questo scritto da Christopher, ilo quale ha raccolto e sistemato gli appunti del padre quando era ragazzino (la mia età all’incirca) (quindi sì, sono ancora un ragazzino), l’unica pecca è però avere a che fare con i nomi “primitivi” di quelli che poi saranno i personaggi che comporranno il Silmarillion: ad esempio dire Gnomi per indicare una delle razze elfiche, il che confonde tantissimo; e poi Melkor che diventa Melko (senza r), e così via. Non sono tanto d’accordo, quindi, nel rendere pubblica una storia che poi col tempo sarebbe stata eliminata lasciando il posto alla storia della Terra di Mezzo così come la conosciamo oggi, oppure, se proprio vuoi spremere come un limone gli appunti di tuo padre, sistema i nomi in modo da avere un riferimento con le altre opere, ché davvero sembra un’altra opera.

Solo perché nei primi due posti si trovano le opere di Tolkien, al terzo posto (e quindi primo fra gli altri autori) troviamo il Conte di Montecristo, in questa edizione.

Fra l’altro, me l’ha consigliato Alice stessa e quindi posso ben dire che mi è piaciuto molto: magari alcuni punti si potevano anche evitare, ma tutto nell’economia del racconto poi si incastra molto bene e i punti che mi sono piaciuti di più sono l’incarcerazione di Dantès e la sua successiva vendetta. Questo libro ti fa capire che la vendetta, alla fine, non porta mai a niente e finisce per ferire non solo le vittime, ma anche certi poveri innocenti. Si legge benissimo e lo si consuma in poco tempo, quindi lo consiglio veramente a tutti. Se scrive sempre così, ho intenzione di prendere altre opere di Dumas.

 

Bene, questo è quanto e nessuno si è fatto male (tranne gli Gnomi… ma andiamo, su). Quali sono per voi i primi tre libri del 2017?

 

 

Pubblicità

5 pensieri su “Olibiradi Tag

  1. “si viene a scoprire chi è veramente Gandalf” —> Ma io devo leggerlo! Sono stracuriosa!
    Comunque “Il Conte di Montecristo”, come penso di averti detto, è stato il romanzo che mi è avvicinato ai classici quindi è un libro a cui sono molto affezionata ^^

    Grazie per aver risposto al tag ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...