La Ropa Sucia/229

Immagine

 

 

Raquel Garcia era tornata a Villa Nueva. Era lei, in carne e ossa, seguita addirittura dalla sua galoppina, Luisa Ortega.

“Raquel… io…” cominciò Fernando, ma la ragazza gli mise un dito sulle labbra.

“Non sono un sogno” disse lei. “In realtà sono tornataa per diretri quanto ho sbagliato. Il massaggiatore mi tradiva con altre due ragazze, così ho voluto tornare subito da te, al tuo cospetto, ad abbracciare i tuoi mil… i tuoi muscoli, e sentire il dolce tono delle mon… della tua voce. Anche Luisa era dello stesso avviso” Luisa salutò con la mano e sorrise, aveva un debole da sempre per Fernando “e ho voluto tornare da te. Ma non subito, perché prima ho dovuto rintracciare tutte le altre ragazze e ci siamo vendicate di quello stronzo. Adesso ci penserà due volte prima di infilarsi in cose che non lo riguardano”

Fernando però non sembrava felice. Si limitava solamente a far girare l’anello del viejo come una trottola.

“Carlos, Martina… che cosa è successo a vostro figlio, il principe?”

“Diccelo tu” disse Martina, che era quella meno propensa ad accettare qauel cambiamento in negativo del figlio. “Ha persino pugnalato suo fratello, e solo la morte di nonna Cassandra ha potuto farpeggiorrae le cose. Incredibile pensare che gli Espimas, una famiglia così unita, potesse in realtà essere un’accozzaglia di serpi allevate in seno, per non parlare di Rosa, la chica formosa, che è stata mia figlia ma non lo era e adesso fa parte del Clan Rosa, che conta adesso due membri, dato che  sta per sposare el loco ed è piuttosto improbabile che non voglia far parte del Clan di sua moglie”

“Ha pugnalato suo fratello? Chi, il piccolo Benjamin?” esclamò terrorizzata Raquel.

“Ma no! Suo fratello Miguel… è raccapricciante accoltellare un bambino, no? E poi mica lo ha pugnalato fisicamente… ha soltanto attentato alle grazie di Clara Gonzalez, e quindi adesso il mio secondogenito ha un palco di corna enormi. Tuttavia, sospettiamo che sia stato Ezequiel Riquelme a suggerirglielo, in modo da screditare l’onore dei Sanchez, ma Clara non fa più di cognome Sanchez da settimane, ormai”

“Beh, adesso ci sono io con lui. Andremo a vivere assieme, con Luisa Ortega che ci farà da guardia del corpo”

“In tutti i sensi” disse Luisa. “Quando sarà il momento, sposerò il piccolo Benjamin”

Un tuono scoppiò fuori dalla casa.

Nel frattempo, a casa Sanchez, c’era una gran baraonda.

“Ho intenzione di adottare Elisa Riquelme” annunciò Sofia ad Ana Lucia, Adele e Marìa, la procace giardiniera.

“Ed io ho intenzione di… che ho intenzione di fare? Chi lo sa” disse Marìa, che non sapeva proprio stare zitta.

La vecchia ottuagenaria sospirò e disse: “Va bene, Sofia. Come si sa, i panni sporchi dai Riquelme si lavano in casa. Quello stupido di Miranda voleva che vendessimo parte del nostro latifondo perché vuole il parco cittadino, pfui”

Ana Lucia esibì la sciarpa col NO ricamato e aveva intenzione di venderla per le strade, ma anche di usarla per ogni domanda.

Improvvisamente, si sentì suonare alla porta. Fu Analisa Islas ad aprire, visto che ormai viveva in pianta stabile nella villa più grande, e poi doveva organizzare il matrimonio. Lo stava facendo con Ambrogio, tanto che alcuni membri della servitù pensavano che si stesse sposando con lui.

Analisa aprì e un ragazzo occhialuto con un libro in mano sorrise.

“Ciao” disse. Era una voca ferma e rassicurante.

“Edmundo…” Analisa sbiancò. Era Edmundo, il fidanzato intelligente dei tre che aveva. “Mi hai trovato”

“Sì, ti ho trovata e adesso possiamo stare insieme. Ho trovato anche il libro che fa per te”

Glielo porse. Si intitolava Cime tempestose.

Analisa sbiancò e la lavatrice continuava a girare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...