La Ropa Sucia/365, parte 1

Immagine

L’ULTIMO EPISODIO

PARTE 1

Villa Nueva, nella placida estate del 1985, era un paesino placido, tranquillo, immerso nella verde Pampa argentina e dove non succedeva mai niente di rilevante, tanto che persino l’amministrazione statale l’aveva dimenticata di segnarla nella cartina e l’unica corriera che collegava quell’angolo di paradiso al resto del mondo passava una volta al mese.

Per inciso, quel caldo gennaio, Pedro Sanchez e Marìa, la procace giardiniera, stavano godendosi il sole armati di occhiali da sole. Mano nella mano, a sorseggiare un buon succo.

“Grazie, Ambrogio, per il succo” stava dicendo Pedro, congedando il maggiordomo.

“Buffo, che il nuovo maggiordomo di casa Sanchez si chiami anche lui Ambrogio, vero?” chiese Marìa. Si stava accarezzando la pancia, forse qualcosa dentro di lei cresceva.

“Sì, infatti mi confondo sempre nel chiamare lui o il nonno. È stata mia madre a sceglierlo, dato che è contenta di riavere di nuovo il suocero. È rimasto, nel nonno, un po’ del maggiordomo però” disse il ragazzo, il quale sapeva bene che Ambrogio Sanchez perdeva il suo tempo nel corteggiare di nuovo la perfida Ana Lucia, la quale si divertiva a fargli fare le cose più assurde.

Nel frattempo, a Villa Riquelme, Adele Sanchez strillava.

“Ma basta!” stava esclamando. Il piccolo Gabriel Omar Riquelme stava piangendo perché il piccolo Benjamin gli aveva tolto la palla.

“Ma Adele!” esclamò il piccolo degli Espimas. “Deve capire, lui, che il Clan dei Bambini non può ammetterlo così presto!”

“Sì, ma piange sempre!” Adele aveva un bel po’ di occhiaie. “È identico a suo padre!”

“Vorrai dire il padre adottivo…” disse malizioso Benjamin, prima sdi scappare per evitare uno scappellotto.

José sospirò, prima di iniziare un massaggio alle spalle della moglie.

“Questi discoli… non hanno rispetto di chi è venuto prima di loro e ne ha mangiato le torte” disse.

“Insomma” rispose lei. “Per fortuna mi fai i massaggi”

A casa Espimas, tutto si era appianato. Persino Martina accettò di rivedere Rosa, la chica formosa, in un tè celebrativo.

“Sì, insomma, io e el loco abbiamo avbuto le nostre discordie, ma siamo pronti a perdonarci a vicenda. Sarà un po’ loco per sempre, ma abbiamo trovato il nostro equilibrio” disse infine, dopo un lungo monologo di un’ora e mezza dove si era lamentata di tutti i difetti del figlio del pipa.

“Capisco” disse Martina, arricciando le labbra. “Tuttavia pensavo che ti saresti fatta accompagnare all’altare da mio marito, che è stato tuo padre per tanto tempo, piuttosto che da Pedro Sanchez”

“Non lo vedo necessario” spiegò Rosa.

“Allora fuori di qui!”

A casa Espimas le cose erano davvero appianate. Carlos sospirò, mentre vedeva Rosa uscire con grazia dalla loro villa.

“Spero che Fernando se la passi meglio”

Dal canto suo, Fernando e Raquel avevano ancora il puzzle fatto dal Commissario, che ritraeva la mappa di un certo tesoro, quello dei Garcia, che nessuno aveva ancora trovato. Perdevano le loro giornate a studiarlo ed erano arrivati alle teorie più assurde.

“Ma siamo certi che il Commissario, colui che ha catturato Joshua il barbone, abbia costruito bene i frammenti?” chiese a un certo punto Fernando.

“E che ne so…” disse Raquel. “Mio zio non vuole dirmi niente… è un po’ su di giri da quando ha saputo che Luisa Ortega ha lasciato el pipa, ma non ha intenzione di corteggiarla”

Seguì un silenzio perplesso.

“E noi quando torneremo a fare sesso?” chiese Raquel. Non c’era neanche bisogno di chiederlo perché infine Fernando Espimas e Raquel Garcia tornarono a fare l’amore, anche a costo di distruggere per sempre quel puzzle complicato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...