Il riscatto dell’argento

oly001

Ricordate questo banner? 2016, eh? Che tempi…

IL RISCATTO DELL’ARGENTO

C’erano una volta le Olimpiadi. Anzi, voglio dire che ci sono ancora, non le hanno eliminate. Nessuno, però, ha mai pensato di capire perché l’Argento è secondo nel podio.

“E comunque” sta dicendo il Bronzo “io mica sono tanto d’accordo per questa combinazione di graduatoria. Voglio dei, io sono una LEGA, di rame e stagno, voi siete…”

“Metalli preziosi, sì” dice l’Oro. “E, come potete vedere, risplendo di luce”

L’Oro si toglie l’accappatoio e si lascia riflettere dal sole, che, generoso nei suoi confronti, lascia che brilli senza posa, ammutolendo gli altri due metalli.

Se il Bronzo si quieta mettendosi al terzo posto non riuscendo ad avere nulla da contestare, l’Argento non si dà per vinto.

“Voglio riuscire a battere l’oro” dice fra sé. “Gente! A tavola come si mangia?”

“Con posate d’argento” dice il bronzo. “Ma non tutti posso permettersele, quin… offf”

L’Argento mette un cuscino in bocca al metallo e prosegue con la sua arringa. “Le cose semplici come sono servite?”

“Su un piatto d’argento” dice il legno, interpellato mentre passava. “ma cosa c’entrAAAAA”

Il legno viene rispedito fra i boschi e l’Argento sorride.

“Come viene nominata la Luna?” chiede ancora.

“L’Astro d’Argento” risponde lei stessa, sospirando pazientemente. “ma il Sole è chiamato astro d’oro, quindi non è che… MA EHI!”

L’Argento dà un calcio alla Luna spedendola altrove, causando tempeste e maremoti.

“Adesso possiamo provare inconfutabilmente che sono io il metallo più importante! Fra l’altro ho anche un supereroe dedicato… Silver Surfer!”

“Che fa una brutta fine” osserva l’Oro. “No, guarda, sei veramente ridicolo. Scommetto che non riesci a salire qui sul mio gradino!”

“La cosa più facile del mondo!” esclama l’Argento, salendo prima con una gambe e poi con un’altra.

Improvvisamente, accade qualcosa.

“Ma…” commenta sbigottito.

“Sorpreso, eh?”

“Sono diventato D’ORO!”

“Già, come Re Mida” dice l’Oro stesso, memore dello scherzo fatto a quel Re.

“Ma adesso fammi tornare d’argento!” protesta quello, ma l’Oro fa spallucce.

“Non lo so fare. Meglio un pezzo d’oro oggi che due d’argento domani”

“Ma che proverbio è? Forse sarebbe stato meglio il silenzio, che è d’oro, lui sì!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...