Al ristorante “Al largo”

Poesia.

 

C’è molta gente, al ristorante “Al largo”.

Canti, balli, scherzi, passa un cane Argo.

Con doviziosa furbizia tutta la salsa sopra il tavolo spargo.

C’è l’oste, che sembra in letargo.

C’è anche un fermo cargo.

C’è molta gente, al ristorante “Al largo”.

Tutti molto stretti

Tutti con i berretti

Primi, secondi e contorni

Vedrai che ci ritorni.

C’è molta gente, al ristorante “Al largo”.

Ma cos’è questa pietanza?

Salsa piccante, carne bianca

Io affamato di addentarla non mi stanca

Del fegato non ho abbastanza.

C’è molta gente, al ristorante “Al largo”.

Ma dov’è finito mio cugino Michele?

In bagno sarà andato

Ma sul piatto mi sembrano le sue tele.

C’è molta gente, al ristorante “Al largo”

dal primo, al secondo tutti buoni

Il dessert solo pochi lo assaggiano

E una strana gelatina sul palato fa i tuoni.

C’è molta gente al ristorante “Al largo”.

È così affollato all’inizio da qualcuno

Che al ritorno non vedi più nessuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...