Dodici.

574647_468419089892450_1364198507_n

1. Non ci sei da dodici anni. Ma ne sento comunque ancora il profumo, la presenza, i sussurri.

2. Le tue poesie mi sono d’ispirazione.

3. Nonostante non sarei dovuto arrivare al sesto mese di gravidanza, mi hai tenuto stretto e hai fatto di tutto per farmi nascere.

4. I pomeriggi lunghissimi con te mentre cucivi ed io giocavo.

5. “Io ti ho fatto ed io ti disfo”.

6. Ho sbagliato fin troppe cose nella mia vita, e spero che la scrittura non sia una di queste.

7. Lentamente, avevi cominciato a spegnerti, ma non lo vedevo.

8. Sono riluttante agli abbracci,  e me ne pento non poco.

9. “È morta”, mi dissero al telefono, e il mio mondo è crollato pezzo dopo pezzo.

10. Guardo mia sorella, disorientata, e ti chiedo di sostenere anche lei.

11. Ogni tanto, penso che tu possa entrare da questa porta di casa, dicendo che il Day Hospital è finito, finalmente.

12. Ogni tanto, penso che questo sia solo un anno che mi avvicina sempre di più al nostro prossimo incontro.

4 pensieri su “Dodici.

  1. Ciao, mi piace quest’articolo. Lo trovo molto essenziale nell’organizzazione e questo è consono alla situazione da te descritta. Infatti, le parole sono poche ma schiette e dritte come lame al cuore, senza più speranza. Il sentimento motore di questo sviluppo narrativo è lo stupore di aver appreso la notizia, il resto è solo immenso dolore.
    Sperando di non sembrare troppo invadente, ti chiedo con discrezione se c’è dell’autobiografia in questo breve racconto.
    A presto

    "Mi piace"

    1. Ciao, grazie per essere passata. Sì, il racconto è autobiografico. Ogni anno, il 18 febbraio scrivo un tema per lei e sono contento che sia arrivato anche a te 🙂

      "Mi piace"

      1. Quando ho tempo leggo qualcosa di blog altrui e il tuo ha tratti interessanti. Invece, il mio blog è ancora in allestimento, essendo un pò nuova e mi fa piacere che qualcosa ti piaccia.
        Comunque, mi dispiace per la tua perdita. Posso dirti che il tempo è l’unico mezzo per l’elaborazione positiva del lutto stesso, anche se si prova tanto dolore. Quindi sii paziente perché di giorno in giorno nel ricordo della persona amata, ma persa, la rimembranza di essa sarà contornata sempre di più da un tuo sorriso ancora più acceso, fino a raggiungere i 32 denti pieni e tanto di denti del giudizio. 😀
        A presto 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...