Pausa.

incendie-notre-dame-fleche-m

Immagine presa da internet 

Oggi resto in silenzio.

Notre Dame ieri ha bruciato ed il mio cuore con lei.

Uno dei miei desideri era quello di andare a Parigi, a vedere la cattedrale che tanto mi aveva affascinato per “il gobbo” prima e per il musical poi.

Stavo anche raccogliendomi i soldi, per un ipotetico viaggio per i “trenta”, e andare a vedere. A viverla.

Adesso, più nulla.

Sto tremando e piangendo. Sono scioccato.

Stamattina, però, ho appreso che perlomeno la struttura esterna si è salvata. In ogni caso, voglio comunque spendere almeno oggi un post per riflettere sulla memoria, l’arte, la storia, che non è eterna.

Niente è per sempre e tutto tende a cambiare, inghiottito dalle fiamme, a causa di un aereo, immerso nelle gelide acque dell’Atlantico o come volete voi.

Questo blog esprime dunque la sua vicinanza a Parigi e alla Cattedrale, là dove pur non essendoci mai stato, si nasconde anche un pezzo del mio cuore.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...