Ripetizioni di geometria: il triangolo.

Immagine

“E questa sarebbe l’area del triangolo?” dice il bambino alla sua insegnante.
Se c’è una cosa che fa perdere tempo ad entrambi, durante il doposcuola, è la geometria.

“Sì” dice stanca la ragazza “Base per altezza, diviso due”

“Due… cosa?” chiede il bambino, guardando il triangolo che gli ricorda tantissimo qualcosa che aveva visto sulla Playstation ma che fino a quel momento aveva premuto con estrema indifferenza.

“Due niente, è un numero fisso” precisa la ragazza.

“Bah” il bambino è poco convinto. “Fino a stamattina credevo che il triangolo servisse solo per andare indietro nei giochi della Playstation. E quindi se faccio questa formula, risolvo il problema di geometria?”

“Sì!” esclama la ragazza. “A meno che non sia il triangolo a risolvere te”

In effetti il problema richiede di trovare la base, non tanto l’area.

“La base qui c’è scritto X” dice il bambino.

“X non è un numero, come spero tu sappia” afferma la ragazza, che a malincuore stava pensando a tutti i pomeriggi passati al parco col moroso, moroso che poi è stato rapito dagli alieni.

“Non è che è stato rapito dagli alieni?” chiede il bambino. L’altra si riscuote dal torpore: come faceva lui a sapere cosa stava pensando?

“Stavo pensando la testa cosa! Allora dobbiamo andare alla ricerca della base perduta!”

I due allora si alzano e, preso un deltaplano di passaggio, superano gelidi vendi e torridi deserti, pieni di X che vogliono le loro teste. Alla fine, giungono nel paese delle Basi.

“Guardateci!” Sappiamo anche sdoppiarci!” esclamano le X a guardia del paese; che, accendendosi, diventano dei laser pronti a uccidere. Tuttavia, quando ormai il destino dei due eroi sembra certo, interviene una calcolatrice gigante.

“RISOLVITI!” esclama lei, e le X si disintegrano, lasciando spazio a dei numeri puri e innocenti.

Sia l’insegnante che il bambino portano a casa quel tesoro inestimabile e finalmente l’Area del Triangolo è stata trovata.

“E adesso, che cosa ne facciamo di quest’area?” chiede il ragazzino.

In effetti, nessuno ha mai saputo a cosa servisse conoscere l’area di un disegno di un problema di un libro di geometria qualunque…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...