Una ghirlanda.

Immagine

La ghirlanda Genoveffa era appesa da ore e non vedeva l’ora di…

Si dimenticò di cosa, perché era ferma a vedere un orologio e desiderò di essere tale.

“Scusa” provò a chiamare, ma nessuno rispose.

“Scusa, orologio?” chiese di nuovo. L’orologio continuò a battere i secondi e talvolta i minuti.

“Allora?” provò per la terza volta.

“Sessanta minuti!” rispose di rimando l’orologio. Poi si imbarazzò, perché non avrebbe voluto parlare. “Ehm… okay, so parlare. Ma cosa vuoi?”

“Voglio diventare come te” disse la ghirlanda. “Fammi segnare con questi tre baffetti”

“No” disse l’orologio. “Guarda che non sono baffetti, piuttosto devi dire che sono lancette: delle ore, dei minuti e dei secondi”

“Lancette. Bel nome. Io mi chiamo Ghiro Landia, quindi figurati”

“GhiroCHE?” chiese l’orologio, ma la ghirlanda si addormentò di colpo.

“Oh. Beh. Buonanotte”

Il giorno dopo la ghirlanda tornò a svegliarsi e ad inquietare l’orologio di cui sopra.

“Allora! Che succede a tutti coloro che hanno tre lancette come le tue?” chiese.

“Succede che diventi un vampiro. Davvero, è un incubo quando sono le diciotto e trenta. Per mezzogiorno divento un cervo. Alle tre e un quarto invece divento un vigile e alle nove meno un quarto mi stiracchio”

La ghirlanda non era troppo convinta delle ultime due. “E perché non viceversa?”

“No, perché lo so io cosa sono e non tu”

L’orologio sospirò.

“Vorrei diventare una ghirlanda” disse a un certo punto.

“Perfetto!” La ghirlanda si riscosse dal suo pisolino e disse “Possiamo persino scambiarci di posto!”

E così accadde. L’orologio divenne una ghirlanda e la ghirlanda divenne un orologio, pur senza lancette si rese conto di poter tenere conto del tempo facendo schioccare le foglioline di cui era composta.

“Che ore sono?” chiese la nuova ghirlanda, che ormai era un orologio fermo alle diciotto e cinquantatré minuti.

“C’è modo e modo di ricordarmi che ore siano” disse la ghirlanda.

“In realtà non lo sai” osservò l’orologio.

“Non lo sai”

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...