Jodoh.

Jodoh
Indonesiano, nome
1. Coniuge, partner
2. Anima gemella
3. Può indicare un evento o un incontro deciso dal destino

Beh, sapete, è stata una domenica facile, gradevole, con il matrimonio che stavano aspettando tutti che è andato alla perfezione. Certo, non che mi aspettassi Jodoh, l’alieno tentacolare che spunta dai tombini, ma almeno, che so, non si presentava il sindaco; oppure non c’erano le fedi… sapete, cose leggere tanto da rendere interessanti le ore.

Invece no.

Devo proprio annunciare che il matrimonio fra Tappetino e Mouse è andato a gonfie vele e a un certo punto mi sono pure… divertito, in un certo qual modo.

Certo, di sicuro quei due ne avranno da raccontare. Adesso cambia tutto. Dicono che il matrimonio sia la tomba dell’amore. E loro di amore ne hanno avuto a pacchi, davvero, gli episodi bollenti sotto le coperte non hanno eguali.

Un po’ di questo si è visto già durante la cerimonia. Il Tappetino ha percorso tutta la sala mentre il Mouse lo aspettava appunto col primo cittadino, un uomo detto Risorse del Computer, che quadrato continuava a far spuntare una schermata blu che mi convinceva poco. Pensate che il puntatore a un certo punto ha detto “Ma allora il tappetino è proprio sicuro oppure preferirebbe lasciare il posto agli ottici?”

Nessuno capì la sua battuta. E dire che il Puntatore ha fatto da testimone al Mouse. Per il tappetino, testimone era il tasto Esc della Tastiera, tant’è vero che Tasty sentì freddo per tutta la durata della cerimonia.

Il tasto Esc disse “Il file Matrimonio.exe non esiste. Eliminare?”

Anche in quel caso nessuno capì la battuta, peraltro secondo me molto poco opportuna.

Nel frattempo il sindaco Risorse del Computer annunciò: “Buongiorno e benvenuti a tutti. Il Mouse e il Tappetino chiedono giuste nozze”

“Giuste vuol dire che l’Hardware è stato rimosso correttamente?” chiese il Tizio dell’Hardware, colui che vorrebbe un giorno annunciare la frase che aveva espresso.

“Giuste vuol dire non sbagliate” disse il sindaco. “E ora… vuoi tu accettare la proposta che il Mouse ha fatto, adempiendo ai doveri civici e giuridici che prevede un matrimonio?”

Il Tappetino disse “Lo voglio… sììì… basta che sia lui a strusciare per… pulire casa”

Risorse del Computer tossicchiò mentre l’assemblea mormorava in simpatia. “Ehm… sì… Ok. Applica. Annulla. E Tu, vuoi tu Mouse prendere come legittimo partner il qui convocato Tappetino?”

“Sì, premo col tasto sinistro!” esclamò tutto felice.

“Eh certo, come vuoi premere? Col destro? Che poi spunta quella finestra che non si capisce mai uno cosa deve premere?” aggiunse il Puntatore.

“A me piace Apri Con!” Esclamò la Cartella.

“Perfetto” disse il Sindaco. “Vi dichiaro Marito e Mouse! Potete baciarvi ijn pubblico!”

Non l’avesse mai detto. Un amano gigante scese sul locale e cominciò a muovere il Mouse su e giù… a destra, e a sinistra… credo che nessuno dei presenti riuscì a togliere lo sguardo da quello che stava accadendo, mentre il Mouse si strusciava, e si stringeva, e andava avanti e indietro rispetto al Tappetino che sibilava, mugugnava e diceva “Oh” ogni tanto.

“Ma così non sembra una cosa a tre dove partecipa anche la mano?” chiese una delle Casse Audio.

“Si dice THE HAND! You don’t say?” intervenne Tasty.

La Cassa Audio non ha tutti i torti, e lei lo sa bene, dato che guarda questo bollente e torbido spettacolo ogni giorno. Io però penso che siano la coppia perfetta.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...