Intervista: Unlimited

 

41l4sWa6P-L._SY346_

 

 

Buonsalve, eccoci qui a presentare una nuova autrice!

Maria Antonietta Capasso ha scritto UnLimited: follow your soul (Vol.1) e lo ha pubblicato già da qualche mese, però solo di recente l’ho trovata su Instagram e le ho chiesto se le andasse uno spazio anche qui, un questo mondo fatato!

Il libro in sé mi piace molto, si prospetta un’ottima lettura e, si sa, quando c’è una buona lettura c’è Aven. Ma vediamo la sinossi:

Cheryl vive a Boston ed è iscritta al primo anno di Università, ad Harvard. Bada a sé stessa da sempre, nonostante la sua giovane età.Assennata, matura e con la testa sulle spalle, la sua vita ruota attorno allo studio, al lavoro part-time e a pochi amici d’infanzia. Tutto cambia la notte in cui, suo malgrado, assiste a un omicidio e la sua strada incrocia quella di Axel, il proprietario di un noto nightclub della zona. Un uomo indecifrabile, dal passato nebuloso. L’unica cosa che Cheryl sa è che sembra un angelo, bello oltre ogni immaginazione. Ma forse pericoloso, perché è questo ciò che le suggerisce la sua razionalità; l’istinto, invece, quello che giace silente nelle profondità della sua anima, le farà mettere in discussione le certezze di una vita intera. Perché il confine tra il bene e il male non è poi così netto come crediamo.

Dalle recensioni: “Questo Mafia Romance vi stupirà e vi trascinerà in un mondo fatto di gang, criminali e efferati regolamenti di conti.”

ATTENZIONE: Si consiglia la lettura a un pubblico adulto.
Presenza di dialoghi espliciti, scene di violenza e sesso, temi d’attualità che sono rivolti a lettori maturi e consapevoli.

Mafia romance: un ossimoro a prima vista, ma… ma sentiamolo dire dall’autrice, che ringrazio pubblicamente per il tempo concessomi!

 

  1. Ciao, Maria, piacere di conoscerti. Ti va di presentare il libro? Che testo dobbiamo aspettarci?

 

Ciao Aven, il piacere è tutto mio! UnLimited, di cui finora è stato pubblicato il primo volume dal sottotitolo “follow your soul” è stato definito da qualche blogger come un mafia romance: si tratta più precisamente di un romanzo d’azione con all’interno una storia d’amore, che però non ne è il fulcro principale. Il vero protagonista della storia è il contesto criminale e mafioso in cui vengono narrati gli eventi di tutta la trilogia.

 

  1. Chi è Cheryl? Come nasce?

 

Anche se Cheryl apre gli eventi del primo volume, è in realtà un personaggio che ha fatto il suo “esordio” nell’universo di UnLimited parecchio tempo dopo che esso si era formato nella mia mente, ormai tantissimi anni or sono. È la parte “pulita” della storia, una giovane studentessa che conduce una vita all’insegna della normalità più banale, ma che si trova poi risucchiata in una spirale di eventi che la faranno crescere e maturare come mai avrebbe pensato. 

 

  1. Perché la scelta di farla vivere a Boston? Ci sei mai stata?

 

La location è stata scelta in primis perché il libro ha una forte componente etnica e narra di immigrati irlandesi. Lunga e articolata è la storia degli irlandesi a Boston sin dalla fine dell’800 e ci tenevo molto a contestualizzare proprio questo aspetto. Il fatto che Cheryl sia una studentessa di Harvard è stata una naturale conseguenza. E sì, ho visitato il New England e Boston mi è rimasta nel cuore!

 

  1. Chi è, invece, Axel? In cosa si differisce da Cheryl?

 

Axel è il vero protagonista di UnLimited, attorno cui ruotano tutti gli eventi. Parlare di lui senza rivelare gran parte della trama non è possibile, quindi mi limito a citare un passo del libro “Axel si ama o si odia, è semplice. Nessuna delle persone che incrocia il suo cammino ne resta indifferente, perché lui stesso ama e odia con una tale intensità da travolgere chi lo circonda senza volerlo. Prima o poi, questo lo consumerà”.

Axel è puro istinto, Cheryl è la più totale razionalità. Almeno… all’inizio!

 

  1. Nella sinossi di Amazon fai riferimento a contenuti espliciti. Fino a che punto ti sei spinta?

 

Trattandosi di un libro incentrato sulla criminalità e sulle gangs mafiose, sono presenti tematiche d’attualità importanti e non adatte a tutti i palati. Turpiloquio, scene d’azione sanguinose (come amo dire io, dal taglio cinematografico), droga e omicidi sono il tema principale. Come la violenza, anche il sesso, pur non sconfinando mai nella volgarità, è molto dettagliato. Ho trovato giusto avvertire i lettori più sensibili.

 

  1. Qual è, secondo te, il confine fra bene e male?

 

Da sociologa, dico è più labile di quello che si crede. Esistono radicati valori familiari in alcune comunità che trascendono la normale concezione del “giusto” e “sbagliato” e anche la persona moralmente più integerrima si può trovare nella vita davanti a situazioni che impongono una scelta estrema. E lì, basterà tirare in ballo la legge o la giustizia per dire che una certa azione è sbagliata?

 

  1. Hai fatto delle ricerche particolari per questa storia?

 

Sì. Mi sono basata in gran parte sulla mia esperienza di lavoro presso una comunità di recupero, ma anche ora che sto scrivendo gli altri due volumi sto continuando a studiare, anche realtà molto lontane dalla mia: ad esempio, le condizioni delle carceri negli Stati Uniti.

 

  1. La copertina è perlopiù nera. Secondo me ripercorre ciò che è questo romanzo, non trovi?

 

Assolutamente, ho voluto tanto che fosse così. Quando l’ho creata (e in parte disegnata a mano) ho tenuto sempre a mente che ci doveva essere molto nero. E tanto fumo! Axel è un fumatore accanito. Ma più che altro, quelle che vengono fuori dal suo mozzicone, sono le nebbie intricate che avvolgono la sua intera esistenza.

 

  1. Il racconto l’hai scritto di getto oppure hai impiegato diverse bozze?

 

UnLimited è nata quasi trent’anni fa… ed era inizialmente un fumetto. Poi è diventata una graphic novel, se così possiamo definirla, e infine ha subito varie stesure. Se non avessi deciso di pubblicarla finalmente, credo starei ancora lì a cambiare cose!

 

  1. Adesso so che siamo entrambi colleghi di self. Qual è la tua opinione in merito?  

 

Il self è un grande salto nel buio, per me almeno lo è stato. Provenendo dal mondo ovattato di Wattpad, dove basta scrivere i soliti cliché, cimentarsi con il grande pubblico è stato un colpo di testa: avevo avuto diverse proposte editoriali, ma nessuna mi aveva convinta. Andare su Amazon, per me, è stata quasi una forma di reazione. Ed è andata molto meglio di quanto mi sarei mai aspettata! È un’esperienza che mi sento di consigliare a chiunque abbia una bella storia, una sana dose di buona volontà e un minimo di spirito imprenditoriale, perché funziona solo se sei in grado di reggere sulle spalle il peso di dover fare davvero tutto da solo.

 

  1. Non so se ti ho avvertita, ma questo è un blog comico. Raccontaci, se c’è, un momento buffo capitato durante la stesura o nella trama!

 

C’è un personaggio con cui mi diverto davvero tanto. Il più sfacciato, senza filtri, scurrile e scanzonato della “banda”: il rosso Rogue. Ogni volta che scrivo di lui, rido da sola. Attraverso lui do sfogo alle battute più trash e becere che non farei mai nella vita reale! Sarà per questo che piace così tanto ai lettori! 

 

  1. Mafia, regolamenti di conti e violenza. Il romanzo ha tutto. Ma, a parole tue, “perché” io dovrei darti fiducia? Cosa troverei nel tuo racconto che altri non hanno?

 

Perché, anche se dai primi capitoli non sembra, UnLimited non ha davvero nulla dei soliti mafia romance. Ho sia lettori uomini che donne ed entrambi mi hanno dato lo stesso feedback: si tratta di una fusione di più generi diversi, e forse proprio per questo inaspettatamente originale e in grado di attrarre un pubblico variegato.

 

  1. Bene, il mio tempo è finito. Complimenti per il libro e grazie per il tuo tempo!

 

Grazie a te, Aven, per lo spazio che mi hai concesso e per la piacevole chiacchierata. Complimenti a te per il lavoro che fai per il tuo blog e un enorme in bocca al lupo per la tua carriera di scrittore!

Un pensiero su “Intervista: Unlimited

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...