Il viaggio della solitudine.

Immagine

“Questa solitudine mi sta uccidendo”

///

Non sto uccidendo nessuno. 
Io, ad esempio, potrei fare compagnia, ma come può la solitudine fare compagnia?

Sarebbe un ossimoro pericoloso, come dire gelato caldo, come si legge in questa campagna pubblicitaria. Oh, ma non devo distrarmi.
Costei ha detto che la solitudine la sta uccidendo. Ebbene, devo salvarla.
Come salvare una persona? Prendere un lazo e lanciarlo? Cliccarci su e scrivere salva, magari con nome?
Devo saperne di più. Conosco meglio la persona che l’ha detto.

Innanzitutto è una ragazza, bionda con le treccine, dall’aspetto molto attraente. A un certo punto, dopo la fine delle lezioni, si mette a ballare con le altre sue compagne.
Posso dire che la solitudine la stia ammazzando? Potete dirlo, o voi che state osservando quanto descritto? No, vero? Quindi non uccido nessuno.

Per questo motivo vado da un’altra ragazza, che in piedi sulla banchina della stazione osserva un treno che ormai è partito. Sono le sette e trentacinque di una mattina qualunque, ma la sento. Sento me stessa dentro costei.

In questo caso la sto uccidendo? Non credo, no? Non finché lei non oltrepassa la linea gialla. Quindi non ho niente da fare qui.

Attraverso la stazione incontro un uomo vestito con la giacchetta e una pistola attaccata al fianco. Accanto a lui, una montagna di peli che parla a grugniti.

Costui sta dicendo “Visto, Chewbe? Non era un buon affare”

Be’, direi che se solitudine si tratta qui non ho niente da fare. Sono in due e per quanto la montagna di pelo sia incomprensibile a tutti, non lo è al tizio con la pistola, che dovrebbe averla dichiarata altrimenti non girerebbe così impunemente.

Prendo un taxi e lungo il marciapiede noto un uomo, un artista di strada, con in mano una chitarra. C’è scritto “Eric” e sta cantando una canzone tutta da solo.

Be’, buon per lui, immagino. Fare il cantautore è più appagante che fare l’interprete.

Spero per voi che abbiate capito: la solitudine non uccide. Piuttosto, fa un viaggio.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...