Signora!

Immagine

“Signora?”

“Sì?”

“Il suo gatto mi ha fatto la linguaccia”

Non erano frasi che si potevano sentire, non in quella strada, non in quel quartiere, non in quella città. Stava anche piovendo.

La signora, che peraltro stava anche tessendo alla luce del balcone, guardò il suo gatto. Non sembrava un felino particolarmente interessante.

“Il mio Felix non farebbe mai la linguaccia! Non gli importa di farla perché ci considera inferiori!” urlò la signora. L’uomo, invece, sapeva che gliel’aveva fatta.

“Si dà il caso che il vostro Felix mi ha fatto la linguaccia! Le consiglio di non sottovalutare i poteri di una linguaccia, perché ne ferisce più la lingua della penna, e poi arriva la spada!”

La signora rifletté intensamente su quale risposta dare e alla fine disse “Mi dimostri che il mio gatto l’ha offesa e mi rimangerò quello che ho detto sui gatti”

L’uomo si spaventò. Come poteva dimostrare che il gatto aveva fatto la linguaccia senza averlo ripreso o fotografato? Non poteva. Si era cacciato in un guaio, o almeno solo apparentemente, come quando si consegnano dieci euro al prestigiatore e quello te li strappa di davanti.

In effetti, poteva dimostrarlo, così tornò indietro di qualche metro e ripassò. La signora guardò molto attentamente quell’azione.

Il gatto tirò fuori di nuovo la lingua.

“Ah! Visto? Non può negarlo!” esclamò il signore.

“Per quanto mi riguarda, può anche aver fatto la linguaccia al marciapiede, o al tombino, oppure è un gatto robot che può fare la linguaccia ogni tot di tempo. Ciò che abbiamo visto non è interpretabile univocamente”

Il mister, però, voleva avere ragione per forza, così tirò fuori il suo monocolo, tornò sui suoi passi e tentò di nuovo la sua marcia, ma in quel momento stava passando un uomo sandwich che sponsorizzava piatti e bicchieri.

“Ehi! Ho finito il turno! Tocca a te!”

La signora vide l’uomo vestirsi da sandwich, fatto molto strano se si considera la dinamica della scena, e sponsorizzare quei piatti e quei bicchieri. Il gatto tornò a fare la linguaccia.

Ogni quattordici minuti.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...