Seven Days

Che poi, sta per arrivare il mio nuovo libro, che lo annuncio con la copertina del vecchio. Figata, no?

Ebbene sì, fra due settimane esce “Le avventure dei fiori”. Sarà una raccolta di sketvch comici sui fiori, quindi penso che sarà la storia più profumata di Amazon. Ma prima, parliamo un po’.

Ti svegli domani mattina e trovi tutti i tuoi progetti cancellati per i prossimi sette giorni e diecimila dollari nelle vesti. Parlaci della tua settimana.

Ok.

LUNEDì

Oh, un’altra settimana… che palle. Ed editare, e le recensioni, e la vita… eh?

La mia agenda è vuota! E ho diecimila dollari nelle vesti! Mi ricorda il racconto “La giacca stregata” di Dino Buzzati. Chissà se mi crescono. O forse meglio di no.

Non dico né faccio niente. C’è solo un biglietto con su scritto: “Hai solo sette giorni per impiegarli. Fanne buon uso”

MARTEDì

Diecimila dollari, eh? Be’, possono essere pochi come molti. Innanzitutto, potrei fare un viaggio. Oppure spendere alcuni euro mangiando.

Offro la cena a qualcuno che conosco, la rifiuta perché ha da fare. Compro libri per compensare.

Innanzitutto, tutti i classici. Porca miseria, ho già speso duemila dollari.

MERCOLEDì

Oggi mi sveglio con lo sghiribizzo di affittare un monolocale e avviarmi quantomeno da solo. Lo faccio. Nel frattempo, metto da parte cinquemila dollari per poter pagare diversi affitti. Chiamo qualcuno per poter fare il coinquilino in modo da spendere anche meno, e così mi rimangono solo tremila dollari da poter spendere in CD musicali. Ma non lo faccio, perché ho altri progetti.

Infatti dono ben mille dollari in beneficenza.

GIOVEDì

Con cinquemila dollari messi in conto, duemila euro spesi in libri e altri mille in beneficenza, mi rimangono duemila euro. Finalmente, compro qualche album.Dovrò pure arredare la casa, no? E anche un po’ di roba nerd, come manifesti e action figure realistiche.

Mi rimane qualcosa che non oso contare, come faccio sempre quando spendo tanto.

VENERDì

Certo che c’è da dire che questa casa è fighissima e i coinquilini stimolanti, quindi ho fatto bene a investire cinquemila dollari. Solo che adesso me ne restano… duecento.

Giusto in tempo per il weekend, penso. Riempio lo stomaco, da solo, perché ancora una volta a chi chiedo di uscire non esce.

SABATO

“Aven ma dove sei stato?”

Be’, ho dovuto spendere quei soldi, me ne rimangono cinquanta.

O meglio, cinquemila più cinquanta.

“Be’, fatti una ricarica per il cellulare, no?”

Ci rifletto su. È anche il momento di poter fare Spotify premium. In fondo, li merita!

DOMENICA 

Oh no! Domani è lunedì e si ricomincia!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...