Stranger

Immagine

Hai mai avuto un incontro random con uno straniero vicino a te?

Sì, sempre. Vi racconterò della storia dei lavavetri.

Si dice che i lavavetri nascano direttamente dalla strada, infatti nessuno li aveva mai visti prima e neanche uno può giurare, ad oggi, di averli visti al di fuori del proprio contesto, cioè l’incrocio prestabilito e il relativo semaforo.

Quindi li ho incontrati tutti, visto che frequento spesso gli incroci. Uno di loro mi saluta sempre, e sapete perché?

No? Nemmeno io! Sta di fatto che mi saluta.

Tutto comincia dal fatto che io cammino, spesso, parecchio, con le mie cuffiette e il mio vecchio walkman che ha da poco compiuto dieci anni di vita.

Incontro un lavavetri, lo saluto e proseguo. Poi, un secondo. Poi, tre minuti. Poi un altro.

Oltre ai lavavetri, incontro i parcheggiatori. Dopo i parcheggiatori, incontro chi fa l’elemosina, perfetto ritratto della dura realtà a cui siamo immersi tutti da anni. Ogni tanto mi piace immaginare le loro storie, che sarebbero tutte molto malinconiche, soprattutto quando incontro gli internet point, che ormai sono diventati abbastanza di nicchia. In questi punti si vede la nazione e il prezzo per poter parlare con chi è rimasto in Africa, o in Asia.

E mi immagino se fossi io, chi chiamerei e a quale prezzo… una volta, c’era stato qualcuno che effettivamente è partito e la fortuna l’ha trovata.

Ecco il mio incontro con lo straniero. È lui che ha paura, che non si sente accettato, che ha tutti i motivi per volersi integrare e vorrebbe solamente una mano tesa.

Si parla tanto di accettare l’altro, di dire no al razzismo… chi è che lo fa, oggi giorno? Io lo faccio? Io faccio finta di non vedere o effettivamente guardo la disperazione nei loro occhi?

Chissà. Però, volevo condividerlo  e lasciarlo in questo blog.

Un pensiero su “Stranger

  1. io per un periodo ho fatto volontariato alla caritas, esperienza negativa non in sé ma a causa della gente con cui ho collaborato in cucina. ciò che mi ha fatto riflettere è stata questa frase: ” una volta che li conosci e ci entri in confidenza, vedi i senzatetto ovunque e ti salutano, e tu li saluti”.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...