Affrontare gli ascensori guasti

Immagine

“No, allora, ogni promessa è debito. Che significa che non possiamo andare in cima a Mademoiselle la Tour?”

La voce di Mariapoaola era stridula, tipica di una bambinetta un po’ irruente. Gianpaolo si mise le mani in faccia.

“Ma gli ascensori sono guasti…”

Era vero. Ovunque guardavano, c’erano ascensori guasti. A destra, a sinistra, in avanti, indietro e persino sul soffitto gli ascensori erano tutti mal funzionanti, in manutenzione o dentro c’era uno scheletro. Uno di loro uscì dalla cabina sollevando di poco la tuba che aveva in testa. Nessuno di loro due ricambiò il saluto.

“E usare le scale?” propose Mariapaola, sempre con quella voce stridula. Sembrava davvero un citofono.

“Sono quarantadue rampe” rispose Gianpaolo. “Tu te la senti di muovere le gambe per quarantadue rampe da sedici gradini l’una?”

“Ah” commentò lei, che già sentiva la stanchezza piombarle addosso.

“Eh” rispose l’altro, guardando ancora l’ascensore guasto come se fosse la più bella delle opere d’arte.

“Iiiih!” esclamò Maraiapaola. Adesso sembrava un binario che deragliava.

“Oh? Che succede?” chiese l’uomo.

“C’è Mademoiselle la Tour in persona, e sta venendo proprio qui da noi!”

Gianpaolo sgranò gli occhi, chiaramente in preda allo sbigottimento. “Uh” riuscì a dire. Mademoiselle era una signora di mezza età, attempata, un po’ francese nel vero senso del termine, infatti odorava di aglio e formaggio.

“Buon pomeriggio, miei cari” salutò lei, con la voce difettata dalla erre moscia. Era un po’ stanca, aveva fatto un lungo jogging arrivando chissà dove correndo a tutta la velocità possibile, quindi era normale che l’intera pronuncia ne risentiva. Povera erre. La signorina disse “Volete vedere il mio tour?”

E insieme videro un tour niente male. Biciclette, citofoni, tombini anche.

“Che bello” commentò Mariapaola. “E il tutto senza ascensori, abbiamo visto il tutto tramite questo ologramma fantastico”

“Già” commentò Gianpaolo. “Ma adesso perché ci troviamo all’interno di una navicella aliena, lontano dalla Terra?”

“Govglejr” commentò Mademoiselle La Tour, togliendo la maschera di gomma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...