Torta

Immagine

Buongiorno, sono una torta. Oggi non mi sento particolarmente bene, sarà forse perché sono già stata tagliata in diverse fette. Si sa, la prima era andata al festeggiato. Chissà come se l’è cavata, in mezzo a tutti quei denti fino al processo di digestione. Mi pare che prima si chiami Bolo, e poi Chimo, o qualcosa del genere. Uno schifo, credetemi.

Eppure sono stata creata con dovizia di particolari, una particolare glassa e una farcia niente male. Il fatto che poi verrò trasformata in cacca a nessuno viene in mente, non nel momento in cui vengo fatta perlomeno.

La seconda fetta era andata dal genitore del festeggiato. Anche lui ha gustato quella fetta e poi, se non erro, ha fatto anche il bis.

La terza fetta, invece, andò alla sorella di lui. Non so quanti familiari aveva, ma di sicuro erano tre. Infatti, poi, almeno tre fette sono andate in tre bocche diverse, e tutte e tre hanno fatto la stessa fine.

C’era dunque la quarta fetta, quella del suo migliore amico. Il migliore amico l’ha divisa con la sua ragazza, quella che “Ehi, sono troppo vip per interrompere la mia dieta il giorno di un compleanno qualunque” e quindi ha spiluccato.

Rimaneva dunque un’ultima fetta, e ne rimane tuttora. Sono in frigorifero. Fu detto anche “Ehi, non fate i palermitani!” ma nessuno di loro era di Palermo quindi la battuta era stata un po’ smorzata. So solo che a fine feste era arrivato uno zombie, molto spellato, puzzolente e i vestiti di cinque giorni addosso. Mutande comprese.

“Ed ecco qui. C’è un uovo, magari lo saluto. Ciao, uovo!” esclamo, dicendogli tutto questo.

“Oh. Salve, nipote”

L’uovo sa benissimo che provengo da lui. Non da lui medesimo, ma da qualche altro suo collega. “Sto aspettando la frittata con le patate”

Mi viene in mente una cosa. “Ma la frittata con le patate si fa con le patate, no? Allora chi stai aspettando? Cosa staio aspettando? Sei forse un uovo?”

“No” dice lui. “Dentro di me c’è una patatina. Fritta.”

Si schiude e la rivela. Un’unica patatina. Fritta.

Croccante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...