Le avventure di Giraven/29

LE AVVENTURE DI GIRAVEN

State per leggere una storia vecchissima, riadattata per il blog. Buona lettura!

Giraven invidioso

Dalla lussuria mancata, il Giraven bianco si volta verso la giraffa che stava cercando di corteggiare e vede che i suoi “rivali” stanno già cominciando a darsi da fare col necking.

Il Necking è un’ottima tecnica per tutto quello che concerne la lussuria delle giraffe, che infatti sono talmente promiscue da usarlo anche come arma di combattimento. Solo che Giraven è un tipo fondamentalmente pacifico, per questo usa il necking solo con le femmine.

“Guarda, hanno già cominciato col necking… che tempi! Dove andremo a finire?”

“Chiedo scusa, che cosa è il necking?” chiede Rigobina, che non sa nulla.

Giraven digrigna infastidito. “Consiste nel strusciare il proprio collo lungo verso il collo dell’altra giraffa: di solito lo uso solo con le femmine, ma ci sono altre giraffe che lo usano per litigare con l’altro simile maschio… finendo per andare a letto insieme”

“A LETTO? Esiste un letto che può ospitarvi?” chiede Rigobina, scandalizzata.

“In senso figurato” precisa Giraven.

“Aaaah. E qual è il senso?” chiede Rigobina, innocente come l’acqua.

“Aaaaah, santa pazienza! La riproduzione, no?”

“Ah, ok. E quindi?”

“Basta, Rigobina. Sarai pure l’animale definitivo, ma…” e sibillino Giraven comincia a fissare il rito del necking.

Non è un bello spettacolo, in pratica le giraffe fanno avanti e indietro con le zampe fino a quando una delle due parti si eccita, e senza tema che potesse scoppiare un incendio a forza di sfrigolare.

“Urca, che invidia! Non è possibile! Com’è possibile?  È mai possibile?”

Giraven si sta disperando, tanto da fare necking con un albero capitato lì per caso.

“Su, avanti, Giraven. Non perdere altro tempo. La savana ha bisogno di te!” esclama un Cobo che passa per di là.

E persino Caracalla, il Caracal dal nome omonimo, aspetta su una rupe che Giraven si dia da fare.

“Avanti, datti una mossa, invece di annegare nell’invidia!”

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...