Five items

Un classico dei blog, rivisitato: quali sono le cinque cose che DEVI avere in un’isola deserta?

EBBENE

Era il 2016. Terminavo LOST, la mia serie preferita.

Adesso elencherò le cinque cose necessarie per un’isola deserta, al netto della simpatia, della semplicità e della voglia di stare in mezzo alla gente.

  1. UNA BOTOLA. Che cos’è un’isola senza botola? A un certo punto si illumina, il che vuol dire che è abitata. Oh, ma io non proverei ad aprirla, anche perché ci sono cose che, credetemi, è meglio non sapere. Ok, l’abbiamo aperta. E, ok, c’è un tizio che scrive sempre EXECUTE ogni 108 minuti, da tre anni, perché a detta sua l’isola esploderebbe se non lo facesse. E, ok, adesso lo facciamo anche noi. E, ok, adesso il tizio vuole scappare e ci sono gli Altri che rompono le scatole. Ma una botola serve sempre.
  2. UN AEREO IN ROVINA PIENO DI MADONNINE. Meglio pregare, quando si trova in una situazione estrema in un’isola deserta, no? Ebbene, ci sono un sacco di Madonnine che è meglio non aprire. Ok, ne abbiamo aperta una e c’era la droga. In ogni Madonnina c’era la droga. Ed è anche morto un nostro compagno. Oh, eravamo soli?
  3. UNA GUIDA SU COME COSTRUIRE UNA ZATTERA. Diciamocelo, non è una grande idea portare a spasso il proprio figlio e il relativo cane per costruire una zattera, vero? E, diciamocelo, i tuoi compagni di sventura potrebbero anche vederti di sbieco quando decidi di andartene solo, tu, soprattutto quando ci siamo appena accorti che ci sono dei selvaggi chiamati Altri che vogliono farci la pelle. Molto comodo così, vero? Peraltro, non sappiamo come farla, questa zattera. Una guida serve sempre. E, peraltro, non è neanche detto che supereremmo l’oceano. Per quello serve una discreta conoscenza di venti, correnti e maree che noi, senza tema di smentita, abbiamo.
  4. UN NEMICO SENZA NOME. Non siamo Bear Grylls. Ci serve un nemico da sorpassare, che non si presenta neanche. Anzi, prende l’aspetto dei nostri compagni per farci fare cose che non vorremmo. Il resto del tempo si trasforma in del fumo nero. Comodo per nascondersi, vero, ma è un tipo pericoloso. Io sono cresciuto con Dragon Ball, queste cose sono il mio pane.
  5. UN CICCIONE SUL QUALE FAR RICADERE LE TUE COLPE. Ok, abbiamo fatto casino con la botola, abbiamo ficcanasato in affari in cui non dovevamo ficcare il naso, fatto morire persone su persone e aperto Madonnine piene di droga. Però, ehi, siamo i prescelti! DOVEVAMO precipitare su quest’isola e, se proprio dovesse andare male, c’è sempre un ciccione su cui far ricadere la colpa, che rimane sull’isola mentre tu crepi in compagnia del cane di cui sopra.

Aven questo è proprio Lost fatto e finito, noi abbiamo chiesto cinque cose che porteresti TU in un’isola DESERTA

Un coltellino, la guida sulle zattere, una pietra focaia e Wilson.

4 pensieri su “Five items

      1. Esatto! Alla fine della prima stagione c’è John Locke che picchia una botola sperando ogni giorno che potesse illuminarsi, e alla fine si illumina, con le conseguenze che ho detto nell’articolo

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...